Trasporto pubblico, dal 1° gennaio 2013 ci sarà un unico gestore per città e provincia

0

Tutti lo definiscono un “accordo storico”. Perché dopo vent’anni di chiacchiere, oggi verrà dato il via libera alla gara unica per la gestione del trasporto pubblico locale. In pratica l’intero territorio provinciale, capoluogo compreso, sarà gestito da un’unica società. Dopo mesi di trattative Loggia e Broletto hanno sottoscritto una convenzione con la quale la Provincia delega il Comune di Brescia allo svolgimento delle funzioni di stazione appaltante per la gara unica. In pratica basta doppioni tra autobus gialli e autobus blu: dal 1° gennaio 2013 vi sarà un unico gestore che si occuperà del trasporto pubblico cittadino e di quello del resto della provincia. “Un modo per integrare i due sistemi” ha spiegato stamane il presidente della Provincia Daniele Molgora nel presentare l’accordo. Un unico gestore, ha aggiunto il sindaco Adriano Paroli, significa una razionalizzazione del servizio, un miglior servizio per l’utenza e un risparmio per le casse pubbliche”.

Lunedì scorso il consiglio provinciale ha approvato la delibera con lo schema di convenzione tra i due enti. Oggi toccherà al consiglio di palazzo Loggia. La convenzione durerà 9 anni, così come il contratto si servizio. Il gestore unico verrà scelto con una gara ad evidenza pubblica con procedura ristretta: in pratica una pre-qualifica e la valutazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa.  Chi vincerà la gara non si occuperà solo di trasporto (bus) ma anche del bike sharing (Bicimia), dei parcheggi, della gestione degli impianti semaforici, dell’infomobility e della segnaletica stradale. Un ventaglio di competenze, va detto, che risponde all’identikit di Brescia Mobilità. Resterà invece esclusa dal contratto di servizio la gestione del metrobus. Anche se uno degli obiettivi dell’accordo – ha spiegato l’assessore provinciale Corrado Ghirardelli – è proprio favorire l’uso della nuova infrastruttura. “L’idea è sviluppare il trasporto su gomma con orari cadenzati e nuovi tracciati in modo da convogliare gli utenti verso le stazioni della metropolitana”. Ma la convenzione si pone anche l’obiettivo di facilitare la vita agli utenti, integrando le tariffe e sviluppando una bigliettazione unitaria, ha spiegato il vicesindaco Fabio Rolfi: “Il Comune di Brescia ha già sviluppato la omnibus card con la quale l’utente può accedere a una pluralità di servizi. Può essere una base di partenza su cui lavorare per fare in modo che l’utente possa usare mezzi diversi, dalla città alla provincia, con lo stesso biglietto”.

Tutti i dettagli tecnici che verranno scritti nel bando di gara saranno studiati da una commissione ad hoc ("Tavolo di Governo della Mobilità"), chiamata a monitorare la situazione. E’ già in programma una verifica degli effetti della convenzione dopo due anni e mezzo, in modo da valutare anche l’integrazione degli autobus con l’entrata in funzione della metropolitana. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Uno per tutti tutti per uno se non fosse che si tratta di lor signori che hanno da poco dato corso agli aumenti del trasporto locale.

LEAVE A REPLY