Crescono anche nella Leonessa le imprese in rosa

0

L’economia lombarda si tinge di rosa: tra ditte individuali e società a prevalenza femminile sono infatti quasi 173 mila le imprese guidate da donne, pari al 20,8% dell’intero tessuto produttivo. Rispetto al 2010 il dato è in aumento dello 0,8%, crescita maggiore rispetto al dato maschile (+0,2%). Commercio, manifatturiero e servizi i settori preferiti dalle donne che fanno impresa: oltre una su quattro esercita infatti un’attività commerciale (46.588, 23,7%) mentre sono quasi 19 mila le imprese manifatturiere femminili e 19.493 quelle di servizi generici. La maggior concentrazione di imprese “rosa” è nella provincia di Milano (33,3%), poi a Brescia e Bergamo (rispettivamente il 13,7% e il 10,7% del totale lombardo). I comparti in cui è più forte la presenza femminile sono i servizi generici (51,6%), la sanità e l’assistenza sociale (35,1%), le attività di servizi di alloggio e ristorazione (31,4%) e l’istruzione (29%).

Oltre la metà delle piccole imprenditrici lombarde (titolari di ditta individuale) ha un’età compresa tra i 30 e 49 anni, una su tre tra i 50 e i 69 anni. Una parte significativa dell’economia rosa è costituita infine dalle donne straniere che con 11.643 ditte individuali attive rappresentano il 12,5% delle piccole imprese femminili. Si tratta per lo più di imprenditrici cinesi (28%, oltre una su quattro), rumene (8,4%) e marocchine (5,7%), concentrate prevalentemente a Milano (42,6%), Brescia (15,1%) e Bergamo (9%).

Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese al terzo e quarto trimestre 2011 e 2010 in vista dell’8 marzo, festa delle donne.       

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome