Stop alle targhe alterne. Da domani si può tornare a circolare liberamente

4

 L’amministrazione comunale comunica che le concentrazioni di Pm10 relative alla giornata di ieri sono scese decisamente al di sotto del limite di 50 microgrammi al metro cubo e anche nella giornata precedente si è assistito a una riduzione significativa dell’inquinamento con 1 centralina che ha segnalato valori inferiori al limite e le altre 3 di poco superiori. Un effetto di dispersione dell’inquinamento che ha interessato l’intero territorio regionale. Il bollettino ARPA relativo alle condizioni di accumulo dell’inquinamento evidenzia inoltre per i prossimi giorni condizioni favorevoli alla dispersione dell’inquinamento

 

Considerando dunque i valori delle concentrazioni relativi alle giornate del 5 e 6 marzo, i valori delle concentrazioni a livello regionale relative al 6 marzo, i valori di inquinamento relativi alla concentrazione media dalle ore 0:00 alle ore 12:00 del 7 marzo (che evidenziano per le PM10 le concentrazioni:  Broletto = 46, Sarezzo 43 microgrammi al metro cubo) e i pareri dei sindaci, si comunica l’interruzione dell’applicazione del provvedimento relativo alle targhe alterne a decorrere da domani giovedì 8 marzo 2012.

 

Sarà stato il vento che ha soffiato nei giorni scorsi o la pioggerella che ha bagnato la città, ma finalmente le quattro centraline di rilevazione delle polveri sottili sono scese sotto i limiti imposti per legge e i bresciani potranno interrompere la circolazione a targhe alterne già a partire da domani. Dopo 14 giorni di traffico alternato, si potrà tornare a circolare liberamente e a respirare a pieni polmoni.

Comments

comments

4 COMMENTS

  1. Le targhe alterne non servono a nulla come dimostrato in questi 15 giorni. alla fine deve arrivare o il vento o la pioggia altrimenti tt questi provvedimenti sono solo un pagliativo. Forse e ripeto forse l unico modo sarebbe blocco totale delle auto private, dei Bus, dei mezzi commerciali, inceniritore compreso per 7 giorni ma sarebbe impossibile applicarlo ad una citta come Brescia.

  2. A conferma della pagliacciata delle targhe alterne e della fretta di liberarsene ci sono i dati di ieri: Broletto (52) Vill. Sereno (50) Darfo (74) Odolo (54) Rezzato (58) Sarezzo (53). Tutti valori fuori limite. I due giorni consecutivi al di sotto dei limiti di legge per Brescia sono irrealizzabili. Al contrario del giornalista io consiglio sì di respirare a pieni polmoni, ma da un’altra parte.

  3. Io mi domando quali siano secondo il bollettino ARPA le condizioni favorevoli alla dispersione dell’inquinamento, se le previsioni ed i modelli meteo ipotizzano alta pressione (quindi sole e bel tempo) e ventilazione scarsa per tutto il mese di Marzo?! Se volete continuare a farVi quattro risate andate a cercate i commenti della Vilardi in merito a questa farsa.

LEAVE A REPLY