La Loggia vende il Magazzino 47. Rolfi: “Se il centro sociale vuole l’immobile si faccia avanti, ma prima paghi gli affitti arretrati”

16

La Loggia vende il Magazzino 47. L’immobile di via Industriale sede del centro sociale fa parte degli edifici che il Comune di Brescia intende alienare, come il Mercato dei Grani o il Macello di via Orzinuovi. I tecnici comunali stanno già lavorando al bando di gara e, secondo quanto spiega il vicesindaco Fabio Rolfi a Bresciaoggi, entro un mese saranno pubblicati. La base d’asta per il “magazzino” sarà di 150mila euro, mentra la destinazione d’uso prevista dal Pgt quella di «servizi socio sanitari e centri di aggregazione giovanile».

“Non appena il bando sarà pubblicato chi lo vorrà potrà farsi avanti, compresi quelli del Magazzino 47” spiega Rolfi al quotidiano locale. Prima però il centro sociale – il cui contratto, non rinnovato, è scaduto lo scorso 31 dicembre – dovrà saldare il debito maturato con Palazzo Loggia.”Non possiamo certo vendere un edificio di proprietà comunale a un inquilino moroso, ma nel caso che gli affittuari pagassero gli arretrati e decidessero di acquistare l´immobile credo darebbero una dimostrazione di coerenza e di grande senso di responsabilità”.   

Comments

comments

16 COMMENTS

  1. beh, per i signori di "Diritti per tutti e doveri solo per gli italiani" non avranno problemi a tirar fuori 200.000€ visto che sono tutti milionari

  2. ecco una soluzione. Se vogliono quell’immobile facciano colletta tra tutti coloro che sono lì a bivaccare e manifestare tutto il giorno (ma non lavorano mai???) e se lo comprino! Prima peròtirino fuori i soldi che devono al Comune!!!!

  3. Non sono un esperto ma secondo me potrebbe essere una mossa economicamante rischiosa per almeno 2 motivi : 1 – Sapendo che è in vendita gli attuali inquilini potrebbero non più pagare ne affitto ne arretrati, aumentando cosi’ il passivo del comune. 2: C’è il rischio che nessuno acquisti un immobile con questa destinazione d’uso e affittato a inquilini morosi.( a meno che non glielo regali ). Non era possibile eseguire già da tempo lo sfratto escutivo ?

  4. se il mag47 vincesse l’asta il comune dovrebbe venderglielo, procedendo in separata sede al recupero delle morosità.

  5. I magazzinieri 47, PRIMA, pagano il dovuto, DOPO, partecipano all’asta. Se non pagano il dovuto, non entrano ne prima e ne dopo. Mi sembra un discorso talmente logico che sicuramente qualcuno non lo capirà.

  6. Sono un ex attivista del MAGAZZINO 47 e noi NON LO COMPREREMO MAI perchè NON CREDIAMO NELLA PROPRIETA’ PRIVATA ma nell’ uso e nell’ esproprio di spazi liberi da usare per creare controcultura in tutte le città ….
    Quindi si metta il cuore in pace il caro ROLFO !!! Il magazzino è di chi lo usa !!! 10-100-1000 MAGAZZINI 47 !!!!

  7. Voi non solo non credete alla proprietà privata ma non credete nemmeno al pagamento dell’affitto. Questa non è controcultura. E’ solo vivere nella illegalità, fregando il prossimo per i vostri porci comodi.

  8. ma se pensate bene giorgino e rolfi sono rappresentanti di due fazioni che la pensano allo stesso modo … giorgino la pensa come la nonna di mao schifa la proprietà privata e passerebbe la vita a suonare bonghi … i politici invece anche loro schifano la proprietà privata (la vostra) per questo pensano di accapparrarsene sempre di più ….

  9. ma se pensate bene giorgino e rolfi sono rappresentanti di due fazioni che la pensano allo stesso modo … giorgino la pensa come la nonna di mao schifa la proprietà privata e passerebbe la vita a suonare bonghi … i politici invece anche loro schifano la proprietà privata (la vostra) per questo pensano di accapparrarsene sempre di più ….

  10. Se è vero quanto scritto dal lettore "se" delle ore 21,02, che mi sembra ben informato, mi sa che ci siamo cacciati in un bel casino di demagogia e approssimazione. Vediamo come va a finire.

  11. E ri-bravo il Giorgino. Oltre che per un mondo migliore mi pare abbiate gia’ anche fatto la rivoluzione della grammatica e della sintassi…"ana lfabeti di tutto il mondo…"
    (Ade sso rispondi pure scrivendo:"Per chi mi ha risposto con ovvieta’ da maestro elementare…" pero’ poi rileggi, almeno una volta. Promesso?)
    PS: guarda che e’ storicamente provato che il compagno Lenin NON sopportasse i compagni che gli scrivevano con errori di ortografia e sintassi… li faceva incarcerare. OKKIO.

LEAVE A REPLY