Pgt, stralciati due centri commerciali. Ma il Pd abbandona l’aula: “I numeri non tornano”

0
Bsnews whatsapp

Due promossi, due bocciati e uno “rimandato a settembre”. E’ questa la soluzione che palazzo Loggia ha trovato per la questione centri commerciali previsti nel Pgt. Ieri la commissione urbanistica che sta terminando la discussione-maratona dedicata alle osservazioni, ha affrontato lo spinoso tema del commercio. Tema che negli scorsi mesi aveva creato tensioni nella maggioranza – con la Lega che chiedeva di tagliare le superfici commerciali presenti nel Piano adottato lo scorso settembre – e uno scontro aperto con le associazioni di categoria, in particolare Confesercenti, che aveva raccolto ben 4mila osservazioni. La trattativa di queste settimane ha portato allo stralcio di due dei cinque centri commerciali previsti inizialmente: via il Macello di via Orzinuovi, via la Pietra Curva la cui destinazione sarà solo “terziario”, ma non commerciale. Restano nel piano I Magazzini Generali e l’operazione della Unieco all’ex Idra, dove troverà posto un supermercato Esselunga. “Rimandato a settembre” invece il polo per la casa che la famiglia Lonati vorrebbe realizzare a Sant’Eufemia: è rimasto nel Pgt ma come “progetto speciale” e con una serie di paletti. Per quest’operazione bisognerà rifare la procedura di Vas e la sua approvazione dovrà sottostare a un nuovo passaggio in consiglio comunale.

La Loggia ha tagliato anche le medie strutture di circa il 70 percento. Numeri che però non hanno convinto il Pd che ieri, in polemica, ha abbandonato l’aula: “I numeri presentati dal sindaco non corrispondono alla realtà” ha sbottato Del Bono. Secondo i democratici le superfici commerciali presenti nel Pgt sono comunque troppe, il 50% in più di quelle attuali.  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI