Massoletti (Ascom): “Facciamo un referendum sulle ricadute commerciali del nuovo Pgt”

0
Bsnews whatsapp

Un referendum per chiedere ai cittadini bresciani se sono d’accordo con le scelte del nuovo Pgt e in particolare con le ricadute delle nuove aree commerciali sul tessuto urbano. A proporlo, con una nota, è il presidente Ascom Carlo Massoletti.

DI SEGUITO IL TESTO INGRALE DEL COMUNICATO

Siamo alla vigilia della conclusione del lungo iter di approvazione del PGT di Brescia. La direzione che il Piano ha pericolosamente imboccato, verso l’approvazione di ulteriori superfici commerciali dedicate alla grande e media distribuzione, in un contesto di indici di concentrazione distributiva fra i più elevati d’Europa, mina le fondamenta del futuro economico del comparto commerciale e turistico. Così procedendo, si favoriscono i grandi gruppi multinazionali artefici delladistribuzione più strutturata che depauperano e sfruttano le risorse economiche e sociali del nostro territorio a discapito del commercio tradizionale, soprattutto del centro storico, composto da piccole imprese familiari, che da sempre garantiscono occupazione, reddito e presidio sociale del territorio e della qualità di vita degli abitanti della nostra città. Lo stress competitivo fra piccoli e grandi che si verrà a creare sfocerà inevitabilmente nella chiusura di molti negozi della città che soccomberanno a causa di decisioni politiche e strategiche poco lungimiranti, rinforzate da una situazione economica profondamente preoccupante. Per questo chiediamo che si fermi l’iter approvativo del PGT, per una doverosa e più che giustificata pausa di riflessione, effettuando un esame approfondito sugli impatti che le decisioni da prendere potranno avere sul piano del commercio cittadino e più in generale del futuro della nostra città. Chiediamo espressamente che l’Amministrazione comunale prima di decidere su una questione di tale rilevanza coinvolga anche i cittadini bresciani, attraverso una consultazione popolare a mezzo di un referendum sugli aspetti che impattano sull’offerta commerciale e i possibili sviluppi proposti, sull’ambiente e sulla viabilità derivanti dalle nuove strutture commerciali, e sulle conseguenze prettamente sociali per l’intera città.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI