Ambiente malato, i cittadini pronti a celebrare il funerale di San Polo e Buffalora

0

(E.B) Con tanto di cartelloni funebri bordati di nero che sono già comparsi su Facebook e nei prossimi giorni verranno appesi sui muri della zona sud est della città, alcuni cittadini hanno annunciato il funerale dei quartieri di Buffalora e San Polo, in programma per sabato 31 alle 16 con partenza dal piazzale della chiesa di Buffalora. Nei cartelloni funebri, scritti nero su bianco, i residenti della zona non hanno mancato di usare una sottile ironia e a mo’ di sfottò hanno ringraziato “il sindaco Paroli e tutti i rappresentanti del comune di Brescia per aver cercato di evitare questa catastrofe, per aver ascoltato le richieste degli abitanti e per aver fatto tutto ciò che era in loro potere per aiutare i quartieri di San Polo e Buffalora. Un gesto di protesta che non mancherà di creare nuova tensione tra i comitati ambientalisti cittadini e gli amministratori della città.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Io sono un residente di San Polo e non mi riconosco in questo manifesto. Chiedo dunque alla redazione di specificaree "ALCUNI residenti"… GRAZIE!!!

  2. ma i residenti dove sono???? per amor di dio sicuramente l’amministrazione comunale non ha certo eseguito il suo compito in maniera egregia, ma mi risulta che siano i residenti ad abitare a passare con le auto a tenere il riscladamento alto ecc.
    adesso sarà colpa dell’amministrazion e comunale anche la siccità

  3. Se si è così cinicamente indifferenti su quanto sta avvenendo in questa città non c’è più da meravigliarsi che la situazione peggiori sempre più. Quello che i Comitati chiedono è di svegliarsi fuori proprio perchè l’attuale stile di vita non è più tollerabile perchè diventa un chiarissimo segnale di minaccia per la salute, di tutte e tutti. Anche dei più sordi e ciechi qualunquisti che alla malparata non faranno altro che dolersi con un mea culpa, ma anche per loro sarà troppo tardi.

  4. questo sito sta diventando il bollettino d’informazione comunista. Peccato, fino a pochi mesi fa sembrava l’unica voce indipendente di Brescia. E invece…

  5. Credi, la tutela dell’ambiente riguarda tutti anche chi come quelli che credono che salvaguardare la salute sia roba da comunisti, peccato che in un qualsiasi centro di cura ci troviamo tutti. Il problema vero delle nocività ambientali è il qualunquismo strisciante di coloro che magari ne sono direttamente responsabili e la buttano sulla stupidaggine di iniziative come queste che invece valgono anche per la vita degli stessi inquinatori. SVEGLIA POPOLO BUE!

  6. @Sissi – Dove sono i residenti di San Polo? Li vedo tutti i giorni che depositano PCB nei loro giardini ed in quelli dei vicini, portando a scuola i figli scarrozzano anche un po’ di rottami pieni di fluff e Cesio 137, poi se ne vanno tutti là in Via Brocchi a scavare una bella discarica per metterci 78.600 metricubi di amianto e quando tornano a casa la sera accendono il camino per emettere un po’ di diossina. E siccome non sono ancora contenti, la domenica fanno la coda fuori dalla porta dei cavatori per chiedere loro di aprire qualche nuova discarica o un nuovo impianto di produzione di bitume.

  7. Anche nel centro della città, con la costruzione del parcheggio sotto il Castello, arriverà un’altra bella botta di smog. Però con la soddisfazione di salire nella classifica delle città più inquinate.

LEAVE A REPLY