Valtènesi Chiaretto, a Vinitaly la nuova Doc gardesana

0

Sbarca a Vinitaly la nuova Doc del lago di Garda: fra le novità dell’expo veronese, in calendario dal 25 al 28 marzo, ci sarà anche il Valtènesi Chiaretto, il primo frutto della denominazione creata dai produttori del Consorzio Garda Classico ed entrata in vigore con la vendemmia del 2011.

Vinitaly all’insegna delle novità per il Consorzio Valtènesi-Garda Classico, che approderà a Verona presentando la nuova denominazione, il nuovo logo e soprattutto un nuovo vino: il Valtènesi Chiaretto. Arrivato sul mercato il 14 febbraio scorso, lanciato con un grande evento promozionale che ha coinvolto tutta la provincia di Brescia nella serata di San Valentino, ora il Valtènesi Chiaretto sarà grande protagonista anche alla 46esima edizione del Salone Internazionale del Vino e dei Distillati, in programma dal 25 al 28 marzo, nello spazio consortile del Palaexpo (stand B8-D8).

"Dopo lo straordinario successo del lancio di San Valentino, Vinitaly rappresenta il primo importante banco di prova internazionale per la nuova Doc – afferma il presidente del Consorzio Valtènesi-Garda Classico Sante Bonomo -. Il nostro obbiettivo primario durante la quattro giorni veronese sarà quindi soprattutto quello di presentare e far conoscere, attraverso eventi e degustazioni mirate, il Valtènesi Chiaretto, nuova e più rigorosa interpretazione di un grande patrimonio tradizionale del territorio gardesano. Un vino che nasce da una vocazione antica, codificata più di cent’anni fa dal senatore veneziano Pompeo Molmenti sulla base di conoscenze preesistenti, risalenti almeno a cinque secoli or sono, e che dal 2012 si propone ai consumatori in una nuova veste, con una vena di territorialità e tipicità amplificata dalla presenza del Groppello, il vitigno autoctono del nostro territorio, in percentuale non inferiore al 50%, mentre nella tipologia Garda Classico tale limite è fissato al 30%".

Al debutto la nuova Doc si è presentata con una quindicina di aziende del comprensorio ed un primo quantitativo di circa 180 mila bottiglie destinato sicuramente a crescere già nei prossimi giorni: si stima infatti che tra Valtènesi Chiaretto e Valtènesi (la versione rosso), che arriverà sul mercato il 1 settembre, la produzione potenziale possa arrivare a 23 mila ettolitri pari ad oltre 3 milioni di bottiglie. L’arrivo sul mercato del Valtènesi Chiaretto è stato accompagnato dall’evoluzione del Consorzio Garda Classico in Consorzio Valtènesi: tutelerà sia la nuova Doc che la Doc Garda Classico, che per un periodo di tempo saranno senza dubbio destinate a coesistere, così come resta invariata la tutela del San Martino della Battaglia e del Benaco Bresciano Igt. Nuovo è anche il logo consortile, pensato per racchiudere graficamente sia il grande patrimonio di tradizioni del passato che la sfida di un territorio proiettato nel futuro e nella modernità enoica. E presto il Consorzio inaugurerà la nuova e prestigiosa sede messa a disposizione dall’amministrazione comunale di Puegnago del Garda negli spazi della splendida location storica di Villa Gàlnica.

Comments

comments

LEAVE A REPLY