Le parole del terrorista: “Pronto al sacrificio per sconfiggere Israele”

0
Bsnews whatsapp

“Pronto al sacrificio per sconfiggere Israele”. Sono queste le parole scritte dal marocchino arrestato questa mattina con l’accusa di terrorismo internazionale e contenute in alcuni documenti sequestrati dagli uomini della Questura di Brescia. Parole che rendono l’idea dell’estremismo di una minoranza di islamici e sulle quali gli inquirenti concentreranno le indagini.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Cortesemente informate il giaurino camuno neonazi che gli israeliani di solito i processi a questi qui non li fanno nemmeno, anzi non li arrestano, di solito li eliminano sul posto. Quindi se la sua aspirazione è fare il kamikaze si accomodi. Sono abbastanza vecchio per essere passato subito dopo l’attacco all’aeroporto di Fiumicino ai banchi El Al e TWA ….sono morti in 13….

  2. TelAviv non ha paura del marocco aspirante bombarolo. Israele è abiutata purtroppo a queste cose. Ironizzare su certe cose è davvero imbarazzante. Non lo dico per lei. Ma per l’unico neurone impazzito che rimbalza come una palla da flipper nella sua vuota scatola cranica.

RISPONDI