Un depuratore per il Gandovere. Via al cantiere: impianto pronto entro il 2013

0
Bsnews whatsapp

I comuni dell’asta del Gandovere (Torbole Casaglia, Castelmella, Castegnato, Monticelli Brusati, Ospitaletto, Passirano, Rodengo Saiano, Roncadelle e Ome) avranno finalmente un efficiente sistema di depurazione, attraverso la realizzazione dell’impianto consortile a Torbole Casaglia. L’impianto sarà realizzato per conto del Comune-capofila di Torbole Casaglia da Gandovere Depurazione, costituita da Cogeme spa (52%), Syderidraulic Sistem spa (24%) e Consorzio UNILAND scarl (24%). E presso il cantiere di Torbole casaglia si è tenuta stamane la presentazione ufficiale dei lavori. Introdotti dal sindaco Dario Giannini, sono intervenuti il Presidente di Gandovere Depurazione Eugenio Taglietti, l’Assessore Provinciale Stefano Dotti, il Direttore di Cogeme Spa Paolo Saurgnani e quello dell’Aato Marco Zemello ed il Direttore dei lavori Mauro Olivieri. Presenti i sindaci dei Comuni coinvolti nel progetto.

Costi e finanziamento

Il costo dell’opera è di oltre € 25 milioni, messi a disposizione direttamente dalla Società Gandovere Depurazione con la formula del project finance, ovvero una possibilità che la legge concede agli enti pubblici di realizzare opere pubbliche affidando l’opera a una società privata, scelta con apposito bando, che si impegna a portarla a termine senza costi per le casse comunali, in cambio di una concessione pluriennale di servizio.

Alla gara indetta dal Comune ha partecipato anche Gandovere Depurazione in associazione temporanea di impresa, che ha avanzato la proposta migliore, sotto il profilo tecnico ed economico.

Il depuratore in numeri

Il nuovo depuratore consortile del torrente Gandovere – che sorgerà a Nord della strada provinciale 19 – costerà circa 25 milioni di euro. Nella fase iniziale servirà un bacino di circa 70mila abitanti, ma è stato progettato per 93 mila abitanti equivalenti in vista di un incremento della popolazione dell’area. L’opera occuperà una superficie di 40mila metri quadrati. La rete fognaria di collettamento, invece, avrà una lunghezza di 24km, articolati in un tronco principale e da tre segmenti secondari.

Tempi di realizzazione

I lavori sono iniziati a gennaio 2012 con quattro cantieri in simultanea, di cui uno presso l’area ove sorgerà l’impianto e 3 lungo il tracciato dei collettori.

La durata dei lavori, che sono eseguiti direttamente da Uniland e Sideridraulic, è di circa 2 anni.

La Direzione Lavori è stata affidata ad AOB2, nella persona del Direttore Tecnico ing. Mauro Olivieri, già referente di Cogeme durante tutto l’iter di supervisione del progetto.

Gli obiettivi di sostenibilità dell’impianto

L’opera è attesa dalle comunità locali da quasi 20 anni.

Il nuovo e moderno impianto sostituirà 8 depuratori – piccoli e poco funzionali – attualmente operativi negli otto Comuni, migliorando le prestazioni tecniche e risanando sui piani ambientale e igienico-sanitario una vasta zona territoriale.

L’impianto consortile garantirà una razionalizzazione dei costi, una costante attenzione al processo e quindi alla qualità dell’effluente, al punto che l’acqua in uscita, immessa nel Vaso Quinzanello, potrà essere utilizzata per usi irrigui per un vasto territorio agricolo, sino a Dello.

Inoltre, la presenza di tre linee autonome di trattamento consentirà una maggiore flessibilità gestionale garantendo sempre la continuità funzionale dell’impianto anche di caso di operazioni di manutenzioni ordinaria e straordinaria sulle linee.

Infine, la nuova dorsale di collettamento che attraverserà l’area del Gandovere velocizzerà l’allacciamento alla fognatura di ampie zone non ancora fognate.

Il Presidente Taglietti: “Un impianto efficiente, moderno, costruito “su misura” delle esigenze di questi luoghi.”

“Una struttura al servizio del territorio, che Gandovere Depurazione sta costruendo qui a Torbole Casaglia ma che servirà un’area vasta, pari a oltre 90 mila cittadini.” Queste le parole di Eugenio Taglietti, presidente di Gandovere Depurazione, che insieme al Direttore di Cogeme Spa Paolo Saurgnani e al Direttore dei lavori Mauro Olivieri ha presentato l’impianto agli Amministratori locali e alla stampa.

“Gandovere Depurazione – ha proseguito Taglietti – consegnerà alle comunità coinvolte un impianto efficiente, moderno, costruito “su misura” delle esigenze di questi luoghi. Un investimento significativo, pari a 25 milioni di euro, reso possibile anche da alcuni Istituti di Credito come Banco Popolare e Banca popolare di Vicenza, che voglio qui ringraziare per la convinta collaborazione”. I lavori, iniziati lo scorso gennaio, termineranno nel settembre 2013.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Il Gandovere ne aveva bisogno. Un plauso a Cogeme e alle Amministrazioni comunali coinvolte, che al di là dei colori politici hanno lavorato per questo risultato.

  2. Per fortuna che era entro il 2013 ,,,,,,,,
    2014 oggi ore 14 taglio del nastro rinfresco per tutti i boss e le ditte che hanno lavorato aspettano i soldi ,,,,
    Brava cogeme

RISPONDI