500mila euro per ammodernare le sale cinematografiche di oratori e parrocchie. Paga il Comune di Brescia

0
Bsnews whatsapp

Il Comune di Brescia ha stanziato – sui Bilanci 2010 e 2011- fondi per complessivi 500.000€  in favore di alcuni oratori cittadini che, attraverso la partecipazione a un bando pubblicato nei mesi scorsi, avevano richiesto un cofinanziamento per interventi di manutenzione e ammodernamento di sale parrocchiali adibite a cinema o teatro. Con la sezione A del bando, che prevedeva contributi per interventi strutturali, per sostituzione e adeguamento di impianti di proiezione e audio e per la messa a norma di locali e impianti complementari o allestimenti, verranno erogati 200.000€ alla parrocchia San Rocco di Fornaci e 200.000€ alla parrocchia S.Afra di vicolo dell’Ortaglia. Con la sezione B, che prevedeva contributi per la sostituzione e messa a norma di arredi e impianti tecnologici e complementari, verranno invece destinate risorse alla parrocchia San Filippo Neri del villaggio Sereno (55.000€) e alla parrocchia S. Giulia del villaggio Prealpino (45.000€).

 

“Un aiuto economico importante finalizzato a valorizzare spazi pubblici di aggregazione e a migliorare la qualità della vita dei quartieri – ha dichiarato il vicesindaco di Brescia, Fabio Rolfi – Si tratta di un vero e proprio investimento sul futuro perché le sale cinematografiche e i teatri delle parrocchie sono spesso frequentati da bambini e da giovani, che devono avere l’opportunità di usufruire di servizi moderni ed efficienti anche nel proprio quartiere. È inoltre un’azione politica precisa, mirata al riconoscimento del ruolo centrale degli oratori nella formazione dei ragazzi. L’Amministrazione ha puntato molto su questo aspetto, contribuendo a progetti di ammodernamento di campi da calcio, di strutture sportive, di sale musicali e di spazi comuni. I teatri e i cinema parrocchiali non sono solamente luoghi d’incontro per i giovani, ma spesso sono anche punti di ritrovo per compagnie teatrali e associazioni di quartiere che necessitano di adeguati spazi per farsi conoscere e per potersi esprimere”.

 

“Per noi è molto importante che venga riconosciuto il ruolo centrale degli oratori e delle parrocchie nel percorso di crescita dei giovani. – ha commentato don Marco Mori, direttore dell’Ufficio oratori e pastorale giovanile della Diocesi di Brescia – La possibilità di rammodernare spazi teatrali e cinema permette di avere oratori ancora più attenti anche alla dimensione culturale, particolarmente determinante per la crescita delle persone, oltre ad aprire ulteriormente l’oratorio alla sua vocazione concreta di spazio aggregativo e attento alle esigenze sociali del territorio di riferimento.”.

 

I fondi erogati dal Comune non coprono la totalità della spesa prevista per i vari interventi che, per la parte restante, sono finanziati direttamente dalle Parrocchie proprietarie delle sale oggetto di ammodernamento o completo recupero. Ad avvenuta conclusione dei lavori, il Comune avrà a disposizione un congruo numero di utilizzi gratuiti annui per attività proprie o per la promozione di eventi culturali proposti da enti o associazioni.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. 500.000 sono esattamente quelli tagliati e che non si trovano per le prime classi di quattro scuole pubbliche materne. Ma i cinema dgli oratori…

  2. Le scuole non riescono più ad avere i gli autobus per spostare i ragazzi per le iniziative culturali, non si sostengono iniziative dei servizi sociali e si danno fondi alla Chiesa in riposta al caos creato attorno al caso dell’Universit&agra ve; Cattolica con il nuovo PGT. Inaccettabile!

RISPONDI