Via Milano, nel pomeriggio Diritti per tutti in azione per bloccare uno sfratto

0

Nuovo intervento anti-sfratti di Diritti per tutti. Nel pomeriggio gli attivisti dell’associazione saranno in via Milano per fermare la procedura che coinvolge una famiglia africana con due bambine.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Questo pomeriggio una famiglia di origine africana, vittima della morosità incolpevole, rischierà di finire in strada, con due bambine di 10 e 4 anni. Operaio assunto da una cooperativa, licenziato senza ammortizzatori sociali con l’acuirsi della crisi, Edhuer Amhem non ha più potuto pagare l’affitto. La storia di questa famiglia mostra però, oltre alla drammaticità di questa emergenza sociale a Brescia e provincia, anche l’insufficienza ed i limiti dell’accordo siglato in città tra Comune, aler, sindacati degli inquilini e dei proprietari immobiliari per il contenimento degli sfratti: il padrone di casa in questione ha infatti rifiutato i termini dell’accordo (pagamento della metà della morosità arretrata in cambio della riformulazione di un contratto di affitto concordato) e intende procedere con lo sfratto, il Comune non ha da proporre sistemazioni alternative. Occorrono misure più forti ed incisive, provvedimenti straordinari! Questo pomeriggio alle 15,30 picchetto antisfratto dell’Associazione Diritti per tutti e Comitato provinciale contro gli sfratti e conferenza stampa davanti allo stabile in Via Milano 64 a Brescia

Comments

comments

1 COMMENT

  1. e fare un picchetto contro la riduzione delle classi degli asili? O per l’aumento dei posti negli asili nido comunali???? Sapete quanti bambini che fanno domanda rimangono in lista d’attesa ogni anno? E quale possibilità resta ai genitori? IL nido privato, retta media € 600,00 al mese…fate un po’ i conti…la crisi non tocca anche chi deve pagare queste rette???

LEAVE A REPLY