Rovato, finisce a coltellate la rissa tra stranieri e i genitori di due minorenni

21

È terminata con l’arresto di 4 persone, una rissa scoppiata a Rovato. Una ragazza minorenne, nel corso della festa organizzata presso lo stadio “Old Rugby” di Rovato, incontra l’ex fidanzato e viene invitata da questo a fumare qualcosa. La ragazza sta male, vomita e l’amica con cui si accompagnava chiama i genitori di entrambe che giungono sul posto poco dopo. Chiedono alla figlia cosa è accaduto e, ricevute le spiegazioni e le indicazioni volute cercano il giovane per avere “chiarimenti”. Le ricerche danno i loro frutti e, l’incontro ha luogo in via Don Minzoni ove però l’interessato, di origine marocchina, si presenta spalleggiato da un amico tunisino. Dalle parole ai fatti il passo è breve e ne nasce così una breve rissa nel corso della quale volano colpi proibiti che lasciano i segni. Sul posto rimangono i due genitori (feriti) mentre i due ragazzi extracomunitari si allontanano. Ma qualcuno ha avvisato la Centrale Operativa di Chiari che invia sul posto la pattuglia della Stazione di Rovato. Quando arrivano i militari constatano che i sanitari del 118 hanno sottoposto a cure i tre presenti: la ragazza minorenne in quanto seguitava a lamentare forti mal di testa e vomito, il padre della stessa, G.D., 39enne originario del leccese e residente ad Erbusco, poiché aveva riportato una ferita da taglio giudicata guaribile in gg.14 e L.F.L. 49enne originario del palermitano e residente ad Erbusco, padre dell’altra ragazza, che aveva riportato una ferita lacero contusa al viso giudicata guaribile in gg.12.

Sul posto nessuna traccia dei due giovani extracomunitari coinvolti che però venivano rintracciati: nell’immediatezza T.Y. 18enne marocchino residente a Rovato a poche centinaia di metri dal luogo dei fatti; il suo amico J.M. 29enne tunisino, senza fissa dimora, domiciliato in Rovato clandestino e sprovvisto di documenti in corso Bonomelli di Rovato veniva mentre saliva a bordo di un’ambulanza con una ferita alla testa a causa della quale successivamente è stato ricoverato in prognosi riservata presso l’Ospedale Civile di Brescia. Al termine dagli accertamenti i Carabinieri di Rovato hanno dichiarato i quattro in stato di arresto per rissa aggravata. Il magistrato ha disposto che venissero trattenuti tutti agli arresti domiciliari ad eccezione del ricoverato che si trova piantonato presso la struttura sanitaria.

Comments

comments

21 COMMENTS

  1. Prima tua figlia minorenne viene fatta fumare dai mar occhi,poi vieni pestato dai mar occhi stessi e poi vieni pure arrestato….grazie magistratura.

  2. Fra di loro, i quattro se le sono date e le hanno prese: rissa aggravata. Ma i due italiani le hanno date a due extracomunitari, quindi il magistrato dovrebbe far finta di niente…"Cio&e grave;", smettiamola di dire fesserie, per favore.

  3. non voglio difendere nessuno,..ma la sigaretta ce l’hanno infilata ha forza in bocca????i ragazzi mi sembrano un po più svegli oggi che 30 o 40anni fà!!!

  4. Idee un pochino confuse, eh? Io leggo che tua figlia fuma con l’ex fidanzato; tu ti incavoli e vai a chiedere chiarimenti insieme al tuo amico, ma i chiarimenti te li danno l’ex fidanzato di tua figlia ed un suo amico; i carabinieri (non i magistrati… i carabinieri) arrivano e arrestano tutti. Dove sarebbe che dobbiamo ringraziare la magistratura, scusa?

  5. e due sonori ceffoni ai due bambi che si drogano? sono gli unici che non le anno prese e che le meritavano. dei due ragazzi non gliene frega niente a nessuno: tutti schierati, i commenti, come se fosse una partita di calcio tra italia e magreb.

  6. Ma quali chiarimenti volevano questi 2 genitori? Si provino a chiedere piuttosto che razza di figlie hanno e che compagnie frequentano.

  7. quoto Neropece circa l’educazione sulle compagnie , dispiace che i 4 immigrati ci sono costati a noi contribuenti italiani un qualche migliaio di euro in cure mediche ed un qualche migliaio ci costeranno in processi e non si faranno un solo giorno di galera ne per il fumo e nemmeno per le coltellate.

  8. 2 padri di famiglia vengono presi a coltellate da 2 mar-occhi che fanno fumare droghe alle figlie minorenni.Risultato: tutti in galera allo stesso modo.Trova l’errore.

  9. Segnaleri alla redazione che marocco è un insulto, che nel comunicato dei carabinieri non si dice che qualcuno viene preso a coltellate e nemmeno che i 4 "immigrati&quot ; non pagavano le tasse. 🙂

  10. indubbiamente i quattro/ 4 immigrati (di cui almeno uno clandestino )hanno creato danni alla sanità lombarda, disagi ai cittadini rovatesi e costi per la collettività in generale (forze dell’ordine e magistratura)..perch è non espellerli tutti dichiarandoli persone non gradite?

  11. Alessandra : e si che nel titolo e’ scritto a caratteri cubitali LOL comunque "T.Y. 18enne marocchino residente a Rovato a poche centinaia di metri dal luogo dei fatti; il suo amico J.M. 29enne tunisino, senza fissa dimora, domiciliato in Rovato clandestino e sprovvisto di documenti in corso" vabbe’ arrampicarsi sugli specchi ma qui nemmeno sull’olio hahahaha senza fissa dimora , clandestino e sporvvisto di documenti che tasse vuoi che paghi ? p.s. gia’ siamo in 4 gatti e guarda che a continuare a segnalare alla redazione poi non ci scrive piu’ nessuno , o no ?

  12. Segnalerei che "il padre della stessa, G.D., 39enne originario del leccese e residente ad Erbusco, poiché aveva riportato una ferita da taglio". A meno che "arma da taglio" sia un pettine mi pare che di coltellate si parli…

  13. L’insulto è la presenza di questi diversamente europei (così non si offende nessuno) vengono in un paese a delinquere, fregandosene delle leggi, spesso impuniti grazie anche al vomitevole buonismo che si annida tra i nostri connazionali politici, giudici et similia. Per convenienza ovviamente.

  14. Ahahaha Alessandra, ma quanto astio hi addosso? Ho letto il tuo intervento prima che sparisse e sinceramente hanno fatto bene a cancellarti…. C’è scritto che non si aprono dibattiti sulle cancellazioni e la motivazione che ti han dato è riportata anche nelle ragioni per cancellare….

  15. Rimane il discorso che non c’erano coltelli, che era solo uno a non pagare le tasse, che marocco è un insulto, che i soccorsi sono stati chiamati in ritardo e che la rissa è stata innescata dalla caccia al’ex fidanzato della ragazza.

  16. Anche io ho letto il commento di Alessandro e lo condivido appieno. Poi se la redazione lo cancella, probabilmente è perchè ha colto nel segno…..

  17. A dire il vero il mio non era un dibattito pubblico sulle cancellazioni, semplicemente raccontavo la storia dal punto di vista di un altro giornale per poter sostenere una tesi diversa da quella qui sopra e soprattutto qui sotto data per certa.
    Inoltre facevo notare che fra i commenti ce ne sono di razzisti (oltre che offensivi) e che riferiscono cose prive di riscontri concreti.
    Non si chiama astio, si chiama verità.

  18. Se la 14enne che è stata fatta fumare droga fosse stata tua figlia,immagino che il tuo zelo nel difendere i 2 simpatici immigrati sarebbe forse venuto meno…

  19. A dire la verità mio figlio ha sempre frequentato un sacco di ragazzi di tutte le etnie sin da quando ha iniziato a frequentare l’asilo nido, ma nessuno gli ha mai fatto fumare droghe contro la sua volontà.
    E se anche fosse successo avrei chiamato subito i medici ed i carabinieri: i primi per aiutare mio figlio, i secondi per sporgere denuncia.

LEAVE A REPLY