La Leonessa torna a ruggire, contro Brindisi vittoria per 81 a 71

0

La Leonessa torna a ruggire. Al San Filippo, contro l’Enel Brindisi finisce 81 a 71 per i padroni di casa.
La Centrale torna al san Filippo dopo la sfortunata trasferta di Veroli e trova un altro osso duro l’Enel Brinsisi guidata in panchina da coach Piero Bucchi. Da segnalare la presenza in tribuna di Dada Merighetti e del capitano del Brescia Calcio Marco Zambelli.   
Parte bene la leonessa con Busma sugli scudi ben trovato per 2 volte consecutive da Goldwire sotto canestro, dall’altra parte risponde Hunter in penetrazione. La partita è sicuramente divertente e la Leonessa riesce a mantenere 8 punti di vantaggio con 2 e 43 da giocare grazie ad una grande azione di Farioli spalle a canestro che costringe coach Bucchi al time out.  Brindisi dopo 2 punti hunter dalla lunetta prova la carta della zona 3-2 subito bucata da una tripla di Rombaldoni. E’ ancora Brescia con la sua voglia e la sua grinta a chiudere il quarto a più 9.
Il secondo quarto si apre con una tripla di Giuri che riporta sotto Brindisi, subito seguito da un canestro d Renfroe in entrata. La Leonessa fatica a trovare la via del canestro e dopo la tripla del meno 1 di Renfroe Dell’Agnello è costretto a chiamare time out. Ancora Brindisi con Renfroe passa a condurre subito seguito da Wojcekoski prima che Ghersetti ed una tripla di Rezzano riportino la Leonessa a più 2. La partita è molto combattuta con le squadre che cercano di avere la meglio soprattutto in difesa. Un entrata di Goldwire da il più 4 alla Leonessa con 4 minuti da giocare, lo stesso Lee recupera palla in difesa e piazza la tripla del più 7 con Brindisi che si rifugia in time out. Una tripla di Zerini da il meno 4 a Brindisi con 2 da giocare e subito dopo Callahan dalla lunetta da il meno 2 agli ospiti. Nel finale del quarto sulla sirena è Thompson a dare il più 4 alla Centrale proprio sulla sirena.
Una tripla di Hunter dopo 2 minuti impatta il risultato in un quarto che vede le squadre sin dall’inizio combattere  su ogni pallone. Goldwire piazza subito dopo un parziale di 5 a zero per la Leonessa con due punti dalla lunetta ed una tripla seguito da un bel canestro di Farioli dalla media che costringe Bucchi al timeout con 5 e 54 da giocare nel quarto sul più 7 per la Leonessa. Controparziale di Brindisi di 5 a zero concluso con una schiacciata di callaia in contropiede prima che Rombaldoni dalla lunetta con un 1 su 2. Thompson ruba palla segna subendo antisportivo, sbaglia il libero aggiuntivo ma è poi SuperMario a dare il più 7 alla Centrale.  Ancora ghersetti piazza una tripla importantissima e subito dopo la Leonessa ruba palla e Thompson in contropiede porta la Centrale a più 12. Brindisi non ci sta e con renfroe sugli scudi torna presto a meno 8 ma Bushati dalla lunetta riporta lo scarto a 10 con 2 minuti da giocare. Le squadre in questo momento giocano il loro miglior basket ed a una tripla di Callahan risponde subito con un’altra tripla Thompson.
Brindisi all’inizio dell’ultimo quarto ritrova fiducia anche grazie a qualche fischio dubbio e in tre minuti si riporta a meno 7 prima che un fallo antisportivo di Callahan, 5 fallo il suo,  mandi in lunetta Bushati che non sbaglia per il pù 9. Ancora Hunter in contropiede da il meno 7 dopo un fallo macroscopico non fischiato a favore di Bushati in attacco sotto gli occhi dell’arbitro. Ancora un fallo antisportivo di Hunter manda Bushati in lunetta che realizza i due liberi. La partita rimane comunque in bilico con tutte e due le squadre che danno il meglio delle loro possibilità. Brescia però che grazie ad una ritrovata energia in difesa si porta con Bushati al più 13 a meno 3 dalla sirena.  La Leonessa controlla il finale con brindisi che riesce solo ad avvicinarsi a meno 10.   
 
 
Centrale del Latte
Farioli 8, Thompson 19, Rombaldoni 4, Bushati 10, Rezzano 3, Busma 4, Gattesco ne, Ghersetti 15, Scanzi ne, Goldwire 18, Gergati 0, Stojkov ne All Dell’Agnello
Enel Brindisi
Maestrello 0, Formenti 0, Hunter 15, Renfroe 15, Borovnjak 10, Callahan 8, Wojciekowski 4, Zerini 5, Giuri 14, Vorzillo ne      all. Bucchi

Comments

comments

LEAVE A REPLY