Pievedizio, ha respirato monossido di carbonio, ora Marika ha bisogno di tutti per guarire

0

Tutti uniti per Marika. Loratorio di Pievedizio, sabato 31 marzo, organizza a partire dalle ore 18 una festa di solidarietà – con musica, buffet e una lotteria per raccogliere fondi per il Progetto Marika 2012, a sostegno della famiglia di una ragazza gravemente malata a seguito di inalazioni di monossido di carbonio. Il progetto nasce dalla volontà di alcune persone di sostenere economicamente la famiglia di Marika nelle costose spese mediche che si trova ad affrontare mensilmente. Marika, infatti, per riuscire a mantenere lo stato motorio e cognitivo attuale e per migliorare gradualmente, necessita di: 2 sedute giornaliere di fisioterapia; 3 sedute settimanali di musicoterapia; 2 sedute settimanali di logopedia; 2 sedute settimanali di idroterapia; 1 seduta settimanale di osteopatia e 1 visita neurologica ogni tre mesi a Pavia.

 A queste vanno aggiunte le spese farmacologiche e di supporto (creme per evitare e contenere le piaghe da decubito, traversi per il letto, pannolini, etc.). La famiglia, inoltre, ha dovuto sostenere alcune spese per poter spostare e riaccogliere a casa la ragazza: è stato acquistato un autoveicolo dotato di pedana elettrica ed il garage è stato trasformato nella sua nuova stanza (precedentemente posta al primo piano). Marika necessita di assistenza 24 ore su 24: la madre ed il padre si danno il cambio per stare accanto alla figlia, sostenendosi a vicenda, ma azzerando completamente la loro vita sociale. Il padre, a seguito di questo, viene messo in cassa integrazione dall’azienda. Da qui la decisione di sostenere questa famiglia, che giorno dopo giorno affronta la difficile situazione di Marika, gioisce per il minimo miglioramento, spera nel futuro ma, contemporaneamente, si preoccupa per esso. Il loro obiettivo è riuscire a dare a Marika una vita più dignitosa e felice possibile.

 

 

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY