La Lega avvisa il Pdl: con voi solo se si fanno le primarie per il candidato sindaco

0
Bsnews whatsapp

(a.tortelli) "Una delle condizioni per correre ancora con il Pdl è che il candidato sindaco venga scelto attraverso le primarie”. A dirlo è il capogruppo leghista, Nicola Gallizioli, che – tramite Bsnews.it – lancia un avviso agli alleati di Palazzo Loggia e al sindaco Adriano Paroli in vista delle comunali del 2013. “Non sappiamo ancora quale sarà il quadro elettorale”, chiarisce l’esponente del Carroccio, “ma l’accordo con Popolo delle libertà e Udc non è scontato. Nemmeno se, nel frattempo, a livello nazionale dovessero crearsi i presupposti politici per confermarlo. La Lega bresciana”, incalza, “ha un programma ben definito e figure molto valide. Siamo pronti a dare il nostro contributo alla vittoria. Ma riteniamo essenziale che il successore di Paroli venga scelto attraverso le primarie, come avviene già nel centrosinistra”. Le consultazioni sarebbero da tenersi “entro l’autunno”. E ovviamente – anche se Gallizioli sul punto non si sbilancia – il candidato naturale del partito sarebbe il vicesindaco Fabio Rolfi. Insomma: tra novembre e gennaio potrebbe anche profilarsi una sfida Rolfi-Paroli. E la Lega non sembra temere particolarmente nemmeno la capacità di mobilitazione dimostrata dal Pdl in occasione del recente congresso provinciale. “Magari”, commenta sferzante il capogruppo in Loggia, “anche la base del Pdl ritiene che sia finalmente arrivato il momento di avere un candidato sindaco leghista e che questi li possa rappresentare meglio di altri”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. ma non erano quelli che prendevano x il c… le primarie del Pd??? Come sempre i leghisti se la girano e se la pirlano come fa comodo a loro….

  2. Bella idea. E’ giusto che i cittadini scelgano i candidati di entrambi gli schieramenti. bisogna dare atto al pd di aver introdotto questo sistema. ora dobbiamo usarlo anche noi. La Lega è il nostro alleato principale!

  3. Sarebbe un bel segno di democrazia, non so chi vincerà ma sicuramente sarebbe la rivincita della politica, alla faccia dei falsi congressi del PDL.

  4. Quanti sbruffoni che parlano a vuoto. Ben vengano le pimarie di coalizione così vedremo ben chiaro chi conta ed è apprezzato nella nostra città. Vai PAROLI sei il migliore

  5. Sia l’articolo che i primi commenti farebbero pensare che la tornata elettorale cittadina del 2013 possa giocarsi tra Fenaroli e Paroli (o Rolfi). Ma nessuno considera che ci saranno contestualmente le elezioni politiche nazionali destinate a lasciare il segno, a mio avviso, nella storia del Paese: ad oggi 45% degli aventi diritto al voto dichiara che o non andrà a votare o non è disponibile a votare i partiti esistenti. Mi lancio in un previsione apocalittica: anche a Brescia succederà qualcosa di strano, ma al ballottaggio. Il Sindaco sarà Onofri (sceglierà come Vice Sindaco la Castelletti). Così Brescia, in apparenza rinnovata radicalmente e ammantata di civismo e antipartitismo, tornerà in mano a democristiani e socialisti D.O.C.G., cioè a denominazione d’origine controllata e garantita. Ahimè !

  6. Onofri sindaco e Castelletti vice? Ma cosa hai bevuto, piergi? prenderanno sì e no il 2% !!! Io credo che Rolfi sia la persona ideale per Brescia.

  7. Ma cosa ha fatto da quando è assessore alla mobilità e traffico o alla sicurezza,i furti sono in aumento,le prostitute come prima specialmente in viale Piave fino a Rezzato.
    Tanti proclami nulla più,adesso che è segretario provinciale della LEGA poi s’interessa ancora meno alla città

  8. Normalmente, un Sindaco al primo mandato viene ricandidato per il secondo, a meno che proprio non abbia combinato disastri. Allora è da chiedersi: la Lega pensa che Paroli abbia combinato disastri? Se è così, dovrebbero immediatamente uscire dalla maggioranza e portare la città ad elezioni anticipate. Se così non è, allora le dichiarazioni di Gallizioli sono il solito fumo negli occhi per sedare gli umori dell’elettorato leghista, che non dimentica i rospi dovuti ingoiare in anni di vassallaggio al cavaliere di Arcore.

  9. In politica le cose più semplici sono quelle vere.
    Da che mondo è mondo, un sindaco al primo mandato si ricandida.
    Siamo veramente all’ABC.
    Che poi qualcuno cerchi un po’ di visibilità, questo è un altro discorso.

RISPONDI