Vinitaly, Franciacorta protagonista indiscusso: oltre 50mila le presenze

0

“Il Franciacorta anche quest’anno è stato protagonista indiscusso di Vinitaly, dimostrandosi all’altezza del confronto internazionale. Un successo significativo confermato dai dati: oltre 50 mila appassionati hanno scelto di vivere ‘l’esperienza Franciacorta’ presso le aziende presenti, gratificando l’impegno e la passione di tutti i produttori. Un successo che difficilmente trova eguali, che ci onora e che ci rassicura sulla bontà della strada intrapresa”.

Con queste parole Maurizio Zanella, presidente del Consorzio Franciacorta, commenta questa 46° edizione di Vinitaly, tracciando un bilancio a caldo dopo 4 giorni di intensi contatti e numerosi appuntamenti al vertice che hanno impegnato tutti i produttori e gli operatori presenti. Da una stima tracciata sulla base delle indicazione di consumo dei produttori e dai contatti effettuati, sono oltre 50 mila gli appassionati che hanno scelto Franciacorta affollando sia lo ‘Spazio Franciacorta’ nel Palaexpo, sia gli stand delle aziende franciacortine collocate in altri padiglioni. Il trend di preferenza riscontrato dai produttori per le diverse tipologie di Franciacorta, vede Satèn e Rosé come prima scelta, seguiti dai Millesimati e dai Brut.

“L’affluenza di questi giorni – spiega Maurizio Zanella – dimostra la vitalità e la dinamicità che il comparto vitivinicolo è capace di mettere in campo nonostante questa congiuntura non facile, generando un indotto trasversale molto importante”.

“Numerosi sono stati i contatti con gli operatori stranieri – continua Zanella – soprattutto tedeschi, svizzeri e giapponesi, ma anche americani, canadesi, del nord e dell’est Europa, Messico e Brasile, che confermano l’appeal del Franciacorta per quei mercati. Dobbiamo lavorare ancora molto per affermare il nostro marchio e il nostro vino fuori dai confini italiani. Basti pensare che gli altri vini di grande qualità, mediamente esportano dal 40 al 60% del loro prodotto, a fronte del nostro esiguo 11%. In tal senso abbiamo iniziato una politica di sviluppo sul mercato USA, in Svizzera, In Giappone e in Germania, con l’ambizione di riuscire, in 4-5 anni, a far apprezzare il Franciacorta e raccogliere i primi frutti”.

Ultima riflessione – conclude Zanella – la faccio pensando alle numerose visite istituzionali al nostro ‘Spazio Franciacorta’, dal Ministro Catania, agli assessori regionali lombardi Giulio de Capitani, e Carlo Maccari, al presidente di Unioncamere Lombardia, Franco Bettoni: amici del Franciacorta che ringraziamo e sollecitiamo affinché continuino nella dura battaglia per la tutela dei prodotti di qualità, in Italia e all’estero, a garanzia di tutto il sistema dell’eccellenza italiana e dei consumatori che ci danno fiducia”.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY