Desenzano: tutto pronto per il passaggio a Brescia Trasporti

0

(a.c.) Mancano ormai solo un paio di giorni, poi il servizio di trasporto pubblico locale di Desenzano, il paese più popoloso della provincia dopo il capoluogo, verrà gestito da Brescia Trasporti. Ecco alcuni dati diffusi dalla società circa le novità che verranno introdotte, e i motivi dell’assegnazione.

 

Al momento della lettura del bando di gara per il servizio di trasporto per la città di Desenzano, il fattore che più ha attratto l’interesse di Brescia Trasporti è stata la richiesta di impegno all’utilizzo di mezzi ecologici. L’interesse di Brescia Trasporti ha pertanto avuto origine da uno degli aspetti tecnici su cui la nostra società si è particolarmente concentrata e distinta nell’ultimo decennio: la continua e costante trasformazione del parco autobus alimentato con carburante inquinante con mezzi alimentati con carburante ecologico come il metano.

In questi ultimi 10 anni infatti il parco mezzi di Brescia Trasporti si è via via modificato, contando oggi sul 60% dei veicoli alimentati a metano, sviluppando più del 75% dei chilometri con questa tipologia di autobus e contribuendo, così, ad una forte diminuzione dell’inquinamento da traffico nell’area urbana di Brescia.
E’ chiaro che oltre all’interesse per l’uso di carburante alternativo, anche gli altri fattori richiesti dalla gara sono stati attentamente valutati per poter effettuare un’offerta tecnico economica compatibile con le richieste e sostenibile economicamente per la nostra società.
Infatti, pur trattandosi in termini assoluti di un servizio che rappresenta una piccola percentuale rispetto al servizio erogato nell’area urbana di Brescia, gli impegni sono piuttosto evidenti: per il servizio di Desenzano è stato infatti necessario disporre di un deposito in loco, appositamente attrezzato per il rimessaggio, la manutenzione ed il lavaggio degli autobus.
E’ stato inoltre necessario individuare un distributore stradale di metano per il rifornimento dei mezzi che, come noto , ha tempi di ricarica dell’ordine dei 45/50 minuti per ciascun autobus, da effettuarsi dopo il termine del servizio e quindi in orario serale quando i distributori sono normalmente chiusi.
Si è dovuto poi individuare l’organico sia autista che tecnico/amministrativo, recuperando risorse umane dal gestore uscente (come peraltro previsto dal contratto di servizio) e completandolo con nuove assunzioni. Particolare impegno è stato dedicato alla formazione del personale in modo da poter, già dal prossimo 2 aprile, essere pronti e preparati ad offrire un servizio caratterizzato da performances di affidabilità, regolarità e puntualità.
Anche il sistema di bigliettazione elettronico magnetico – contactless in dotazione sulla rete urbana di Brescia è stato adeguato per il servizio di Desenzano. In particolare sono stati contattati tutti gli abbonati al servizio invitandoli a convertire, gratuitamente, la tessera di riconoscimento con la “omnibus card” (tessera elettronica) che funge sia da tessera di riconoscimento che da supporto per i vari titoli di viaggio. Dalla settimana prossima presso il Comune di Desenzano e da lunedì 2 aprile, presso gli uffici del deposito
di Brescia Trasporti (via Faustinella n° 29) sarà possibile effettuare la conversione gratuita per tutti gli
interessati.

Ma ancora, la pianificazione del servizio di linea, degli orari, dei complessi servizi scolastici e dei loro percorsi hanno impegnato il personale tecnico della società in modo assiduo.
Bene, da lunedì 2 aprile Brescia Trasporti effettuerà il servizio di linea e scolastico immettendo in rete:
• n° 4 bus 12 metri a metano;
• n° 1 bus 8 metri a metano;
• n° 3 bus di granturismo;
• n° 2 scuolabus;
ed impegnando un organico costituito da 10 autisti e 2 tecnici/amministrativi. Oltre, ovviamente, al coinvolgimento di tutta la struttura di Brescia Trasporti per la migliore riuscita dell’offerta di servizio per la città di Desenzano.

Sappiamo di dover subentrare in un servizio che per storia e professionalità ha riscontrato nei desenzanesi molti pregi e tanta affezione. Il nostro arrivo, per ovvi motivi, avviene “a freddo”, sappiamo quindi che, almeno nella fase di start up, sarà necessario introdurre correttivi e miglioramenti organizzativi per offrire la massima efficienza ed efficacia del servizio, ma possiamo assicurare, grazie alla positiva collaborazione già avviata con gli uffici comunali, che l’impegno che verrà profuso tenderà a raggiungere in tempi brevi le medesime performances che, quotidianamente, caratterizzano i servizi dell’area urbana di Brescia.

SERVIZIO TPL DESENZANO
• n° 3 linee urbane;
• km/anno 271.202,9 (da contratto Brescia Trasporti);
• passeggeri trasportati 334.270 (consuntivo 2011).

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Saremmo curiosi di sapere quanti hanno partecipato al bando di gara (avviso di gara pubblico, si suppone) ? E’ Brescia Trasporti che, dopo aver letto il bando (e il capitolato) si è molto interessata, oppure è il Comune di Desenzano che ha scritto il bando (e il capitolato) in modo da interessare soprattutto o magari solo Brescia Trasporti ? Cosa prevede in dettaglio il contratto di servizio rispetto a prima ? Quanto costa il servizio alla comunità desenzanese rispetto a prima ? Domande importanti, anche se tutto è normale, ovviamente, e nel rispetto della legge.

LEAVE A REPLY