Droga, quattro stranieri arrestati e un minore differito in stato di libertà

0

La Polizia Locale, durante specifiche operazioni antidroga svoltesi in questa settimana, ha arrestato 3 tunisini e 1 libico per detenzione ai fini di spaccio di droga. Un quarto tunisino, essendo minorenne, è stato differito in stato di libertà e accompagnato presso una Comunità per minori.

 

La prima operazione si è svolta nell’area della stazione ferroviaria e vie limitrofe ha portato all’arresto di un tunisino, classe 1991, irregolare sul territorio nazionale notato mentre cedeva una porzione di stupefacente ad un tossicomane italiano. Dopo aver fermato l’acquirente, che aveva appena comprato 9,5 grammi di hashish, gli inquirenti sono tornati nella zona di piazza della Repubblica rintracciando il tunisino che aveva venduto la droga con l’ausilio di un connazionale, clandestino e minorenne.  I due detenevano altre piccole sezioni di hashish già pronte per lo spaccio e 295 euro in contanti uno e 230 l’altro. Una volta condotti in via Donegani per le procedure di rito, il minorenne è stato differito in stato di libertà e in seguito condotto, su disposizione del PM, in una comunità per minori mentre l’altro è stato tratto in arresto.

 

Una seconda operazione, svoltasi in borgo Trento e vie limitrofe, ha portato all’arresto di un uomo di origine libica, classe 1985 e irregolare, pluripregiudicato in quanto già arrestato per medesimi reati sia dalla Locale che dai Carabinieri di Brescia. Gli agenti della Locale si sono portati sul posto, da tempo sulle tracce dell’uomo, e dopo averlo seguito in alcuni spostamenti e averlo visto scambiarsi qualcosa con il conducente dell’auto su cui viaggiava, è stato fermato.

Nel momento del fermo, il libico ha ingoiato qualcosa, presumibilmente eroina visto che addosso gli è stata sequestrata una pallina di pochi grammi risultata poi essere eroina.

 

La terza operazione antidroga svolta dalla Locale nella serata di ieri ha portato all’arresto di due tunisini, classe 1989 e 1987, con permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura per motivi umanitari e uno dei quali già tratto in arresto per medesimi reati dai Carabinieri di Brescia. Gli agenti sono intervenuti in via Foppa dopo aver notato come i due avessero, dapprima avvicinato e parlato con un ragazzino di 14 anni, per poi estrarre da due “basi”, ovvero una siepe e un bidone dell’immondizia, della sostanza data al giovane in cambio di denaro. Il 14enne, fermato in una tabaccheria mentre acquistava le sigarette, ha mostrato quanto aveva appena comprato, una piccola dose di eroina ed una barretta di hashish. Fermati immediatamente i due tunisini e perquisito anche le due postazioni che facevano da “base” per lo smercio, gli inquirenti hanno recuperato 10 “stecchette” di hashish pronte per lo smercio e circa 80 euro in contanti. I due sono stati condotti in via Donegani e tratti in arresto.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY