Legambiente contro i due treni spariti dalla linea Brescia-Iseo-Edolo. “La Provincia aveva investito 3 milioni di euro”

0
Bsnews whatsapp

Con un comunicato Legambiente protesta contro il trasferimento di 2 degli 8 convogli ferroviari acquistati con una parte di finanziamenti provinciali. Di seguito il testo integrale della nota e la lettera inviata da Legambiente all’assessore ai Ghirardelli:

 

Era il febbraio del 2008 quando la provincia di Brescia approvava in pompamagna un cofinanziamento di diversi milioni di euro per l’acquisto di nuovi treni per la Brescia-Iseo-Edolo. Allora non c’era la legge di stabilità, anzi la spesa pubblica era facile, quindi nessuna scusa è ora accampabile. Allora era facile per l’ex assessore ai trasporti Prignacchi proclamare l’adozione di un sistema ferroviario metropolitano mai venuto alla luce. Anzi l’unica cosa che si è vista è stato un servizio “metropolitano” Castegnato-Brescia che è circolato vuoto per due anni.

È questo il modo di amministrare la cosa pubblica, cioè di annunciare interventi milionari che poi vengono puntualmente smentiti perché i soldi si spostano su altri capitoli magari più clientelari della provincia?

Perché la regione quando ha pagato i nuovi treni, neppure lei, ci ha fatto sapere che all’acquisto non aveva partecipato la provincia? (ma il logo della provincia campeggia ugualmente sui nuovi treni).

Quando il 16 febbraio scorso abbiamo scritto all’assessore provinciale Ghirardelli (vedi lettera allegata) chiedendo spiegazioni, l’assessore si è trincerato in un incredibile silenzio.

Questo mal costume gestionale spiega gli inadeguati standard dei servizi e il basso utilizzo dei mezzi pubblici (il più basso di tutta la regione Lomabardia).

A Cattaneo che è venuto all’inaugurazione dei nuovi treni, mettendosi in vetrina, chiediamo se adesso intende usare gli stessi treni per un’altra vetrina magari nel suo collegio elettorale.

 

Ecco la lettere indirizzata all’assessore Corrado Ghirardelli per chiedere spiegazione sui treni scomparsi dalla linea Brescia-Iseo-Edolo:

 

Egregio Sig. Assessore,

siamo a conoscenza che, da oltre un mese, 2 convogli degli 8 Stadler (di fabbricazione svizzera), messi in esercizio

solo lo scorso anno sulla linea Brescia-Iseo-Edolo, sono stati trasferiti presso  il Deposito Locomotive di Trenord a Lecco.

Come certo saprà, la recente fusione di Trenitalia Regione Lombardia con Ferrovie Nord Milano ha dato vita a Trenord, cioè ad una gestione ed organizzazione ferroviaria regionale.

Ci risulta però che, allo stanziamento degli otre 25 milioni di euro per l’acquisto degli 8 nuovi treni,  abbia partecipato alla spesa, assieme alla regione Lombardia, anche la Provincia di Brescia con 3 milioni di Euro.

Ciò premesso, siamo a chiederLe se la SV ha autorizzato il trasferimento dei 2  treni in oggetto che sono anche di proprietà della provincia di Brescia. Chiediamo inoltre di sapere se il loro utilizzo è ottimale e sta dando i risultati attesi, vista  la consistente spesa pubblica effettuata.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI