Vello Toline, “entro giugno” la riapertura. Ma Molgora bacchetta i comuni sulla manutenzione

0

Riaprirà entro fine giugno la Vello Toline, una delle più affascinanti piste ciclabili bresciane, sulla sponda orientale del Sebino. Il percorso è chiuso dall’agosto del 2010, quando una frana ha costretto i comuni – Pisogne e Marone – a sbarrare l’itinerario. Una situazione che si è protratta fino ad ora con un rimpallo di responsabilità su chi dovesse intervenire per rimettere in sesto il percorso: gli enti locali chiamavano in causa la Regione e la Regione rispediva al mittente la richiesta. Così la pista ciclabile che costeggia il Sebino è rimasta chiusa per quasi due anni. Un disastro per le attività commerciali della zona legate alla presenza turistica. Senza scordare i pericoli a cui vanno incontro i ciclisti costretti ad utilizzare la galleria “30 Passi”. Nei giorni scorsi l’assessore provinciale Maria Teresa Vivaldini ha convinto il Pirellone ad accogliere la sua proposta: utilizzare i soldi risparmiati dalla Provincia – grazie a un ribasso d’asta – nei lavori dell’Accordo di Programma sulla riqualificazione della sponda orientale del lago. Secondo i calcoli della Comunità Montana le risorse risparmiate ammontano per ora a 350mila euro; soldi sufficienti per la messa in sicurezza e la riapertura della ciclabile, ha spiegato stamane Vivaldini nel presentare i lavori. "Grande soddisfazione" è stata espressa dal capogruppo provinciale del Pdl Diego Invernici. Il cantiere dovrebbe partire tra un paio di mesi e durare non più di 40 giorni. “Per fine giugno la pista sarà riaperta” assicura l’assessore. Poi a fine anno si vedrà se si sarà riusciti a risparmiare altre risorse. Per la sistemazione accurata del percorso servono infatti 2 milioni di euro.

“Il nostro problema – ha spiegato il Presidente della Provincia Daniele Molgora – non sono i soldi, che ci sono. In cassa abbiamo quasi 160 milioni che non possiamo spendere per il patto di stabilità. In tutto il 2012 per gli investimenti potremo spendere solo 7 milioni. Va però detto che sulla Vello Toline interveniamo noi anche se non sarebbe compito nostro”. Molgora ha inoltre bacchettato i comuni di Marone e Pisogne che, a suo dire, non farebbero nulla per la manutenzione ordinaria della pista. “In questo modo è chiaro che i problemi si ripresenteranno”.

Il presidente ha confermato la sua presenza questa sera alla fiaccolata per chiedere la riapertura della ciclabile: “Andrò a spiegare cosa sta facendo la Provincia su questa faccenda”.  

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY