La Feralpi Salò ritrova la speranza, con la Cremonese vittoria per 1 a 0

0
La primavera si assenta mezza giornata. E Bracaletti le ruba l´idea. Sole e petali in area, per tre punti perfetti, ideali, profumati. Uno a zero alla Cremonese. Il derby dell´acciaio-parte 2 finisce con la "vendetta" per l´andata (1-0 grigiorosso). Sembrava scritto il kappao, difesa a pezzi e scontro salvezza già mercoledì. Invece i Leoni del Garda tirano fuori dall´armadio, oltre al cappotto da poco in naftalina, anche una partita perfetta. Precisa. Cattiva. Che peserà nella corsa finale. 

Nel primo tempo Leoni del Garda a petto in fuori. Fanno la partita i ragazzi, affrontando i grigio rossi con carattere. Impostando e manovrando bene fino ai sedici metri, geometrie, grinta, incursioni centrali e sovrapposizioni laterali soprattutto con un perfetto Savoia. La dofesa, già. Reparto falcidiato dalle squalifiche: out Turato, Blachard e Camilleri. Ma la coesione e l´intesa tra Bianchetti, Leonarduzzi, Allievi ripagano. Ma già al 25´ Remondina è tuttavia costretto al primo cambio: fuori il portiere Zomer per Branduani. La Cremonese risponde con uno schema speculare, capace di opporsi con caparbietà alle folate di Tarana e Bracaletti e rispondendo in primis in contropiede: Le Noci, Possanzini e Coralli sono tre ossi duri per la difesa gardesana. Pochissime occasioni vere. 

Quasi nulla, fino alla mezzora. Quando Brevi chiede di alzare i ritmi, imponendo ai tre attaccanti continui cambi di posizione. Ma è Castagnetti a mettere paura agli ospiti, con un sinistro (33´) che sfiora il palo alla destra di Bianchi. La risposta arriva alla scadere, quando Degeri recupera palla nella propria trequarti e lancia Possanzini, solo dalla parte opposta. Stop e seguire dell´Ex Lugano e destro verso l´incrocio: grande Branduani a deviare in corner. Allo scadere show personale di Montella, che recupera palla, si invola sulla fascia bruciando tutti, 50 metri di scatto che termina però con un nulla di fatto.

Nella ripresa è subito Bracaletti show. Al 3´ prende palla con rabbia sulla trequarti offensiva, si incunea in velocità, chiede e ottiene l´1-2 con Tarana che lo mette davanti al portiere. Braca qui è bravissimo a resistere alle sportellate avversarie che rallentano l´uscita di Bianchi. Il bomber si trova a zero metri e infila il numero uno con un destro a fil di palo. Galvanizzati, i Leoni alzano il ritmo e al 9´ mancano il raddoppio. Ottima combinazione Muwana-Savoia a sinistra, il cross del numero 3 va a vuoto, ma dalla parte opposta recupera Bracaletti, all´altezza dell´area di rigore. Salta l´uomo, cross perfetto per Tarana solissimo, che prende la mira e incorna fuori a fil di palo. 

La Cremonese non ci sta. Ed esalta Branduani con una serie di corner e conclusioni a seguire importanti: prima Degeri da fuori area si vede spizzare il destro potente oltre la traversa. Poi, sul corner, Minelli incorna ma ancora il numero 12 è perfetto nel volare a toglierla dall´incrocio. Palleggio, muro dietro, corsa. E al 23´ è Muwana a sfruttare un contropiede con un sinistro che brucia erba e spaventa il palo. Ossigeno nello sterile arrembaggio ospite. Viene espulso Favalli per doppio giallo, Polenghi lo imita poco dopo, Tarana ci prova al volo, Bracaletti esce claudicante, Defendi lotta e corre e cerca il gol, Allievi assorbe la tensione e gioca più sereno andando anche lui vicino alla rete di testa, al 40´. Tarana prende il palo, Muwana sbaglia un gol impossibile da sbagliare, e Dettori prende la traversa su punizione allo scadere. Petali di cronaca, poi il sole non senza soffrire. Finisce così. La primavera è qui. 

FERALPISALO´ (4-3-3): Zomer (25´pt Branduani); Bianchetti, Leonarduzzi, Allievi, Savoia; Muwana, Castagnetti, Drascek; Bracaletti (25´st Defendi), Montella (29´st Cortellini), Tarana. A disp.: Bonoaccorsi, Fusari, Sella, Sedivec. All. Remondina.
CREMONESE (4-3-3): Bianchi; Polenghi, Cesar, Minelli, Favalli; Fietta (18´st Filippini), Degeri, Dettori; Le Noci (13´st Nizzetto), Possanzini, Coralli (27´st Musetti). A disp.: Malatesta, Rigione, Semenzato, Pestrin. All. Brevi.
ARBITRO: Bindoni di Venezia
Guardalinee: Liturco e Gualtieri.
MARCATORI: 3´st Bracaletti
ESPULSO: 28´st Favalli e 41´st Polenghi per doppia ammonizione.
AMMONITI: Bracaletti, Polenghi, Favalli, Possanzini.
NOTE: Clima umido e fresco. Recupero 1´pt, 5´st

Comments

comments

LEAVE A REPLY