Crisi idrica, l’allarme di Confagricoltura: “A rischio il 50% della nostra produzione”

0
Bsnews whatsapp

Le attuali condizioni meteorologiche, ormai persistenti da alcune settimane e caratterizzate da scarsissime precipitazioni, stanno preoccupando notevolmente il settore agricolo, allarmato dalla prospettiva di un’emergenza idrica in vista delle prossime irrigazioni.

La disponibilità di acqua irrigua è notoriamente uno dei più importanti e imprescindibili fattori produttivi, da cui dipendono fortemente gli elevati livelli qualitativi e quantitativi della produzione agricola regionale. Nell’ipotesi di una forte riduzione dei livelli di irrigazione le perdite potrebbero raggiungere il 50% delle rese tipiche della nostra agricoltura; considerando ad esempio le superfici totalmente irrigue investite a mais in Lombardia – oltre 350.000 ettari – e le medie in termini di resa e di quotazione di mercato, ciò potrebbe causare in termini economici perdite superiori a 350 milioni di euro.

 

Confagricoltura Lombardia segnala pertanto la necessità di attivare azioni volte a scongiurare il rischio di una crisi idrica durante la prossima estate, tra cui, ad esempio, l’invaso dei laghi al fine di stoccare la risorsa idrica, assicurando così al settore agricolo una disponibilità di acqua sufficiente a garantire adeguati livelli di resa produttiva.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI