Green Hill, le violenze verbali degli animalisti contro i politici preoccupano il Senato

13
Bsnews whatsapp

Riportiamo di seguito il resoconto stenografico della seduta della commissione parlamentare di martedì 3 aprile, dove la commissaria Boldi lamenta minacce e violenze alla sua ed altrui persona da parte degli animalisti che combattono per la chiusura di Green Hill. ecco il testo integrale:

Legislatura 16º – Aula – Resoconto stenografico della seduta n. 704 del 03/04/2012

Sulle minacce ricevute dai componenti della 14a Commissione permanente in occasione

della discussione della Legge comunitaria 2011

BOLDI (LNP). Domando di parlare.

PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

BOLDI (LNP). Signor Presidente, intervengo perché credo che i colleghi debbano essere messi a

conoscenza di quanto sta accadendo in 14a Commissione (Politiche dell’Unione europea). Come

voi sapete, la Commissione sta esaminando la legge comunitaria 2011, una legge importante che

contiene molti argomenti considerevoli. Tra questi c’è il recepimento della direttiva che riguarda

la sperimentazione animale. Dovete sapere che, da quando la Commissione ha iniziato a

discutere di questa direttiva, ha dovuto cambiare il numero telefonico della propria segreteria e si

è dovuto cambiare anche il numero telefonico della mia segreteria personale, perché i numeri,

che sono del Senato, erano stati posti su siti pornografici. Inoltre, in particolare il senatore Di

Giovan Paolo, uno dei relatori, e io stessa subiamo giornalmente minacce; non intendo le solite

lettere, cui siamo abituati, con le quali i cittadini ci richiamano a una maggiore attenzione su

questo o quel problema, ma lettere del tenore: «Vorrei che fosse vivisezionata lei, sua figlia, suo

marito e i suoi nipoti».

Credo che questo sia intollerabile, perché è un comportamento fascista cui non penso che

quest’Aula sia abituata. Lo dico perché l’Assemblea del Senato è abituata a discutere di tutto:

abbiamo discusso di aborto, di procreazione assistita e di fine vita, e ognuno ha potuto tenere le

posizioni che intendeva, liberamente e senza essere sottoposto in nessun modo a pressioni

coercitive o a tentativi di coercizione di questo tipo.

L’ultimo episodio: dopo che le associazioni animaliste avevano chiesto di essere ascoltate in

audizione – specialmente il «Comitato Montichiari contro Green Hill» – e si era disposta la loro

audizione (naturalmente insieme all’audizione di tutti coloro che a livello istituzionale si occupano

di questa materia, e cioè Ministero della salute, Istituto superiore di sanità, AIFA e Associazione

veterinari), le stesse hanno inviato una lettera – secondo me farneticante – in cui dicevano che la

14a Commissione non è competente a parlare di questo argomento e che quindi loro non

avrebbero partecipato ai nostri lavori. A parte il fatto che la 14a Commissione durante l’esame

della legge comunitaria è competente a parlare di tutti gli argomenti in essa contenuti, tant’è

vero che decide dell’ammissibilità degli emendamenti, che poi vota, e prepara il testo per l’Aula

che poi esamineranno anche gli altri senatori, credo che qui venga messa in dubbio la possibilità

Mostra rif. normativi

Legislatura 16º – Aula – Resoconto stenografico della seduta n. 704 del 03/04/2012 Page 1 of 2

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Resaula&leg=16&id=0065… 04/04/2012

di questo ramo del Parlamento di discutere seriamente di qualunque – dicasi qualunque –

argomento e di arrivare a sue proprie conclusioni.

Pregherei quindi il Presidente del Senato, nella sua persona e per suo tramite, di chiarire tale

questione. Sono in quest’Aula dal 2001, dove, abbiamo trattato argomenti importantissimi, ma

non ho memoria di un simile atteggiamento da parte di cittadini, che hanno i loro diritti, le loro

opinioni, ma sicuramente non hanno il diritto di comportarsi in modo intimidatorio verso nessuno

dei componenti di questa Assemblea. (Applausi dai Gruppo LNP, PdL, PD e dei senatori Lusi e

Tedesco).

PRESIDENTE. Senatrice Boldi, lei ha fatto bene a portare all’attenzione dell’Assemblea questo

aspetto. Credo che giustamente lei abbia richiamato e sottolineato la gravità di quanto sta

accadendo.

Come sa, c’è stato già un intervento, sia sul problema dei telefoni, sia per quanto riguarda una

segnalazione alla Polizia postale, ma ha fatto bene a porre la questione (ne parlerò io stesso con

il presidente Schifani) nei termini politici in cui l’ha posta all’attenzione dell’Assemblea, perché è

legittimo all’interno del Parlamento e nel Paese avere qualsiasi posizione, ed è legittimo

pretendere di esporla. Non è legittimo e non ha nessuna giustificazione, neanche in base a quella

che si ritiene sia la finalità più giusta, perseguirla con metodi che siano di intimidazione e che

siano sostanzialmente di violenza e di non rispetto. La violenza si esprime in tanti modi – non c’è

soltanto la violenza fisica – e quella che voi avete subito mi pare sia una forma di violenza e,

siccome viene perpetrata nei confronti di parlamentari, non è meno grave, ma anzi è più grave

che se venisse esercitata tra cittadini, perché si tenta di impedire una riflessione, un

approfondimento e una pronuncia secondo le regole della democrazia rappresentativa da parte

del Parlamento.

Credo quindi che abbia fatto bene a sollevare la questione. Siamo vicini a lei e a tutti i membri

della Commissione, con la solidarietà ma anche con l’impegno a denunciare con forza questi fatti,

perché non debbono verificarsi. Bisogna fare attenzione e non essere indifferenti anche rispetto a

fatti piccoli, che non sono folclore, che avvengono in questo quadro e in questa chiave, ma che

preparano conseguenze più negative per il futuro: quindi, non devono essere né ignorati né

sottovalutati.

La Presidenza assume questo impegno, oltre ad esprimere solidarietà, perché vi siano le

condizioni per far lavorare positivamente la Commissione che lei presiede. (Applausi dai Gruppi

LNP, PdL, PD e del senatore Tedesco).

Legislatura 16º – Aula – Resoconto stenografico della seduta n. 704 del 03/04/2012 Page 2 of 2

http:/

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

13 COMMENTI

  1. Sia i media che i politici confondono spesso "Comitato Montichiari contro Green Hill" con "Coordinamento fermare Green Hill" probabilmente a causa della somiglianza tra i nomi e questo spiace molto.
    Noi del "Comitato Montichiari contro Green Hill" ci siamo limitati a consegnare le 91.257 firme della petizione contro Green Hill alla 14^ Commissione permanente del Senato il 27/03/2012.
    Non avevamo alcun appuntamento con la suddetta Commissione per il giorno 3 aprile e non abbiamo inviato alcuna offesa / minaccia via mail a nessuno. Anzi, condanniamo questi gesti grezzi e violenti che non appartengono al nostro modo di portare avanti la battaglia di civiltà contro la vivisezione.
    Grazie per l’attenzione.

  2. Confonde comitato e coordinamento( domanda: come mai non sapeva con chi avrebbe dovuto interloquire?) e le mail consigliate da comitato e coordinamento , non hanno tono minaccioso, ma Tutti hanno consigliato mail educate e toni pacati…Chi dice il contrario ,gioca sporco,come la sua coscienza

  3. ancora una volta confusione tra COORDINAMENTO e COMITATO???? è ridicolo! per il resto condivido in pieno le parole e i toni del senatore. purtroppo certi animalisti rovinano letteralmente la piazza a danno degli animali che soffrono. non ci sono parole! che si vergognino. io sto scrivendo da setttimane, lettere cortesi ed educate. La senatrice Amati mi ha risposto personalmente…non è determinate ma è segno che il dialogo si può stabilire.

  4. Sicuramente le persone che hanno un pò alzato il tono sono in totale minoranza rispetto alle persone che hanno parlato in modo costruttivo e si sono impegnate a fondo, utilizzando anche i propri mezzi economici in un periodo dove i soldi non sono tanti per una causa che loro ritengono molto importante: di morale e di rispetto per gli animali e per la vita, non solo per il profitto personale. Ovviamente questi politici devono dipingere tutta la questione in negativo, anche se non è così, e anche questo loro comportamento, allo stesso modo come il comportamento delle "minacce" che dicono di aver ricevuto (poche nel rispetto dell’insieme delle mail che avranno ricevuto) non è molto rispettoso nei confronti delle brave persone che invece hanno dato tutte se stesse per questa causa e sono state invece un modello d’esempio per tutta la società, ovvero il rispetto per la vita, ci è stato insegnato fin da piccoli, evidentemente si è dimenticato.

  5. Sicuramente le persone che hanno un pò alzato il tono sono in totale minoranza rispetto alle persone che hanno parlato in modo costruttivo e si sono impegnate a fondo, utilizzando anche i propri mezzi economici in un periodo dove i soldi non sono tanti per una causa che loro ritengono molto importante: di morale e di rispetto per gli animali e per la vita, non solo per il profitto personale. Ovviamente questi politici devono dipingere tutta la questione in negativo, anche se non è così, e anche questo loro comportamento, allo stesso modo come il comportamento delle "minacce" che dicono di aver ricevuto (poche nel rispetto dell\’insieme delle mail che avranno ricevuto) non è molto rispettoso nei confronti delle brave persone che invece hanno dato tutte se stesse per questa causa e sono state invece un modello d\’esempio per tutta la società, ovvero il rispetto per la vita, ci è stato insegnato fin da piccoli, evidentemente si è dimenticato.

  6. avendo partecipato alle varie manifestazioni per chiudere Green Hill posso dire che li ho conosciuto tante brave persone, che potrebbero essere d’esempio, sicuramente le persone che hanno un pò alzato il tono sono in totale minoranza rispetto alle persone che hanno parlato in modo più costruttivo e che si sono anche impegnate a fondo per la cusa, tante anche utilizzando i propri mezzi economici in un periodo dove i soldi non sono tanti per una causa che loro ritengono molto importante: di morale e di rispetto per gli animali e per la vita, non solo per il profitto personale. Ovviamente questi rappresentanti della Commissione devono dipingere tutta la questione in negativo, anche se non è così, e anche questo loro comportamento, allo stesso modo come il comportamento delle "minacce" che dicono di aver ricevuto (penso poche nel rispetto dell’insieme della moltitudine di mail che avranno ricevuto) non è molto rispettoso nei confronti delle persone che invece hanno dato tutte se stesse per questa causa e sono state invece un modello d’esempio per tutta la società, manifestando per il rispetto per la vita, cosa che ci è stato insegnato fin da piccoli; evidentemente si è dimenticato.Coloro che hanno alzato la voce penso l’abbia fatto per esasperazione, perchè sentono molto importante questo problema e oltre a pensare a se setssi si mettono nei panni di quasti poveri animali.

  7. Il mio commento potra” apparire violento,ma una cosa e’ certa:nessuna commissione al senato ha davvero intenzione di mettere al bando la vivisezione,cosi come nessun parlamentare intende eliminare la discriminazione umano/animale per cio che concerne il riconoscere diritti e dignita ai secondi.quanto poi piangere chiedendo l’aiuto di papa’ stato,solo chi e’ UMANAMENTE VIGLIACCO,si maschera da agnello per celare il lupo.non abbia timore del rancore sordo o rumoroso che gli animalisti esprimono:chi per lei agisce da padre,per noi rimane ancora una volta PATRIGNO!

  8. Il mio commento potra\’\’ apparire violento,ma una cosa e\’ certa:nessuna commissione al senato ha davvero intenzione di mettere al bando la vivisezione,cosi come nessun parlamentare intende eliminare la discriminazione umano/animale per cio che concerne il riconoscere diritti e dignita ai secondi.quanto poi piangere chiedendo l\’aiuto di papa\’ stato,solo chi e\’ UMANAMENTE VIGLIACCO,si maschera da agnello per celare il lupo.non abbia timore del rancore sordo o rumoroso che gli animalisti esprimono:chi per lei agisce da padre,per noi rimane ancora una volta PATRIGNO!

  9. Non ho capito il problema di vivisezionare lei e famiglia e della paura del parlamentare; se il parlamentare ritiene che la vivisezione sia utile, perche’ non sperimentare anche su lei e famiglia? Mi sfugge la differenza, se una cosa e’ utile per l’umanità e’ utile, mica ci possiamo fermare a guardare in faccia a nessuno. Eh.

RISPONDI