Boom di chiamate al “117”, i bresciani segnalano evasioni fiscali e mancati scontrini

15

Nel 2011 le chiamate al 117, il numero della centrale della Guardia di Finanza, sono state 589. In poco meno di quattro mesi dall’inizio del nuovo anno l’ufficio a già ricevuto 270 chiamate. Il motivo? I cittadini stanno iniziando a denunciare situazioni di illegalità che riguardano in modo particolare l’evasione fiscale quali mancate emissioni di scontrini fiscali o il sospetto di essere vittima di una truffa o di un abuso. Un numero di pubblica utilità che serve ad avere informazioni e segnalare situazioni al limite dell’illegalità e che alla fine dell’anno potrebbero arrivare a superare il migliaio, segno che ora i bresciani hanno iniziato a cooperare con la Guardia di finanza alla lotta all’evasione fiscale.

 

Comments

comments

15 COMMENTS

  1. vergognatevi andate a roma a controllare i vostri amici politici, non controllate solo il settore terziario, l’unico che fa campare l’italia, l’unico massacrato e considerato come ladro. più del 60 % di pressione fuscale, un negoziante come fà a campare? se si fanno i conti si lavora 10 ore al giorno e si prende meno del dipendente che si ha. Evidentemente a Brescia ci sono 589 persone che non sanno cosa vuol dire lavorare.

  2. vergognatevi andate a roma a controllare i vostri amici politici, non controllate solo il settore terziario, l\’unico che fa campare l\’italia, l\’unico massacrato e considerato come ladro. più del 60 % di pressione fuscale, un negoziante come fà a campare? se si fanno i conti si lavora 10 ore al giorno e si prende meno del dipendente che si ha. Evidentemente a Brescia ci sono 589 persone che non sanno cosa vuol dire lavorare.

  3. Domenica scorsa in una gelateria sul lago di Garda ho notato che non veniva emesso nessun scontrino. Per avere il mio ho dovuto litigare con la proprietaria.. La prossima volta chamerò il 117 senza pensarci due volte.

  4. A Brescia ci sono 589 persone che hanno il senso del dovere civico e dell’onestà. Ma sicuramente sono molte molte di più e grazie a ciascuno di loro speriamo in una società migliore.

  5. Il popolo di schiavi per antonomasia: i lombardi. Intanto i controlli fatti a Napoli, Palermo e Caserta hanno rivelato rispettivamente l’82%, il 95% e il 100% di evasione degli esercizi controllati. Bravi lombardi, continuate a pagare anche per gli altri e a farvi addossare 32mila€ di debito pubblico creato dagli altri; a voi non la si fa!

  6. Qualunque sia il livello di pressione fiscale, il furto ai danni dei cittadini e dello stato non può essere né autorizzato, né legalizzato. Per cosa pagate le associazioni di categoria? Fatevi sentire se non riuscite a fare il vostro lavoro, ma non derubate gli altri. Sono un lavoratore autonomo anch’io, ma lavorando con le aziende e non con i privati fatturo tutto fino all’ultimo centesimo, non certo come il mio dentista… che a me la fattura la fa, perchè la scarico e gliela chedo, ma quanti accetteranno di pagare in nero a fronte di uno sconto? Alla fine le dichiarazioni dei redditi sono quasi simili, però lui gira con l’X6… che a lui facciano lo sconto?
    In Italia, che mancano, sono i princìpi, non certo i soldi. Finchè non impariamo a rispettare i limiti di velocità sulle strade, a fare la coda ordinata come fanno nei paesi civili, a emettere gli scontrini fiscali e pagare le tasse, ognuno per quel che è dovuto, cosa speriamo di cambiare?

  7. Nelle carceri degli Stati Uniti ci sono i raggi per gli evasori fiscali. Senza fare altre spese per le carceri potremmo mettere i nostri evasori insieme ai carcerati comuni.

  8. negli usa mettono in galera anche gli impiegati statali lazzaroni, gli assenteisti, i falsi invalidi, i falsi ammalati, i medici compiacenti, gli impiegati dei ministeri che timbrano e poi vanno a fare le spese…sicuri che ci sia posto abbastanza per mettere in galera alcuni milioni di italiani? eh gia’, ma in italia per questi non dice niente nessuno…questo e’ normale in italia…

  9. Anche io un paio di settimane fa ho dovuto quasi litigare in pizzeria a Rezzato per avere lo scontrino. Erano 80 euro e sembrava fossi la ladra io a chiederlo,la pizzeria era stracolma, c’era gente in piedi che aspettava, quanti scontrini avranno fatto?
    Non sapevo esistesse questo numero, la prossima volta chiedo lo scontrino, esco e telefono.

  10. E’ stato calcolato che se gli evasori pagassero normalmente le tasse i lavoratori dipendenti e i pensionati potrebbero pagare circa mille euro all’anno in meno di tasse.

  11. Che qualcuno osi ancora discutere in un Paese con 120 miliardi di euro annui di evasione fiscale è scandaloso. Ma è scandaloso che nessuno ricordi come negli ultimi 15 anni tra sanatorie, depenalizzazioni (vergognosa quella del falso in bilancio !) e condoni si è fatto il gioco dei furbi, degli evasori, degli elusori, dei privilegiati dallo Stato perchè non dipendenti o pensionati. Basta, in questa materia andrebbe riscritto il codice penale e introdotto un bonus fiscale per i delatori (li chiamo proprio così) di evasori fiscali.

  12. siamo il paese col maggior gettito fiscale, voi credete davvero alla favola che se tutti pagassero le tasse le cose andrebbero meglio? io no, nonostante da dipendente le paghi tutte, comprese quelle nella benzina che per lavoro devo fare assiduamente. più paghiamo più ruberanno guardate i costi della politica, gli sprechi, le cattedrali nel deserto, le truffe, tangenti ecc. per non parlare dei rimborsi elettorali. un vero governo, serio, prima si pulirebbe la coscienza, poi, a coscienza pulita e senza la trave nell’occhio, potrebbe guardare la pagliuzza negli occhi dei cittadini.

LEAVE A REPLY