Vestone. I volantini contro il sindaco finiscono in caserma: denuncia contro ignoti

0
Bsnews whatsapp

(a.c.) Una denuncia che ha più dell’atto dovuto che reale intenzione di farla pagare a qualcuno. Una denuncia "contro ignoti" che in realtà ha un destinatario ben preciso, cioè il Movimento Sociale Fiamma Tricolore, i cui membri hanno firmato il volantino distribuito a Vestone nei giorni scorsi.

Il sindaco leghista Giovanni Zambelli non se l’è presa più di tanto. Nel volantino presentato ai carabinieri guidati dal maresciallo Antonio Frisullo al momento dell’esposto sono riportate alcune problematiche che effettivamente si sono vericate in paese, forse solo un po’ enfatizzate dalla compagine politica dell’MSI. Si legge che a Vestone bande di immigrati albanesi camminano armate per le vie del centro, che accadono accoltellamenti, che lo spaccio della droga avviene alla luce del sole. Tutto questo mentre le forze dell’ordine e il sindaco si preoccupano solo di multare auto in sosta vietata, o di controllare la scadenza dei parchimetri.

Giovanni Zambelli sulle colonne del Giornale di Brescia ammette qualche problema, ma certo non se la sente di incolpare le forze dell’ordine, alle prese con tanti impegni e con poche risorse a disposizione. Il problema dello spaccio esiste, come d’appertutto, e si cerca di limitarlo. L’accoltellamento invece è un stato fatto "privato" tra membri di una famiglia albanese. Insomma: normale diatriba politica tra forze di partiti diversi.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI