San Felice: stop alla costruzione di appartamenti più piccoli di 70mq

0

(a.c.) Più che una novità è una vera e propria rivoluzione. San Felice, uno dei più incantevoli comuni della Valtenesi, un gioiello con accanto due gemme quali Portese e Cisano, dice addio ai mini-appartamenti, e dunque alle microscopiche seconde-case, abitate poche settimane l’anno.

La nuova norma è contenuta nel nuovo Piano di Governo del Territorio, lo strumento che delinea lo sviluppo futuro del paese. Secondo il sindaco Paolo Rosa l’amministrazione ha ben lavorato per trovare una saggia mediazione tra le esigenze familiari e turistiche dei cittadini e la tutela territoriale del paese. Su oltre 300 richieste di poter costruire, il Pgt ne approva circa 100. La grande novità è sicuramente la metratura minima degli alloggi che verranno costruiti, fissata appunto a 70 metri quadrati. Un chiaro segnale di voler puntare sulla qualità più che sulla quantità, con un occhio particolare però anche alle fasce della popolazione con uno stipendio "normale" e alle giovani coppie. Il Comune ha deciso infatti di realizzare un nuovo piano di edilizia convenzionata, individuando un lotto dove sorgereranno 25 alloggi (8.400 metri cubi) a prezzi calmierati.

Comments

comments

LEAVE A REPLY