Castrezzato e Pisogne si aggiudicano le finali di Storie per Gioco 2012

0

Con la vittoria degli “007 lettori” e degli “Spulcialibri” (mai nomi delle squadre furono tanto azzeccati…) si è conclusa ieri, 16 aprile, la nona edizione della gara di lettura del Sistema bibliotecario Sud Ovest Bresciano.

1.180 ragazze e ragazzi delle 54 classi partecipanti a “Storie per gioco”, suddivisi tra 40 elementari e 14 prime medie. Durante l’anno, da fine novembre a fine marzo, la gara si è svolta su Internet, attraverso un apposito sito web al quale le classi accedevano nelle loro aule informatiche o direttamente con la LIM, la Lavagna Interattiva Multimediale, ormai è entrata in tutti gli istituti. La fase finale della gara invece, quella che si è svolta ieri a Chiari, sede del Sistema bibliotecario, presso il Salone Marchettiano, ha visto gareggiare una di fronte all’altra le 10 classi finaliste (durante la mattina le 5 della scuola media e nel pomeriggio le 5 della scuola elementare).

Ad aggiudicarsi il torneo delle prime è stata la scuola media di Pisogne con gli “007 lettori” guidati (a distanza!) dall’insegnante Cinzia Tononi. I vincitori hanno faticato non poco per avere la meglio dei “C-Lettori” di Castegnato, superati solo grazie alla prova di spareggio: le 5 domande aggiuntive necessarie per decretare i migliori lettori. Al terzo posto gli “Ebookgang” di Cazzago San Martino, al quarto e al quinto due squadre proveniente addirittura da Rivarolo Mantovano, i “16 lettori dell’Apocalisse” e “Gli incorreggibili”.

La vittoria per le elementari invece è rimasta all’interno del Sistema bibliotecario con il bel successo dei “Free readers Spulcialibri” di Castrezzato, guidati da Lucia Mambretti. Al secondo posto “Le magiche pagine” di Castegnato e a seguire, con lo stesso punteggio, i “Super Books” di Chiari e “Gli Sfogliapagine” di Castrezzato. “I divoratori” di Chiari chiudono la classifica al quinto posto.

Veramente belli i premi per i vincitori, entrambi offerti da uno degli sponsor dell’iniziativa, la Cooperativa Sociale il Nucleo di Chiari, da sempre a fianco del Sistema nel sostegno alla lettura in tutte le forme possibili. I ragazzi di Pisogne hanno ricevuto in regalo un fantastico e-book reader, mentre gli alunni di Castrezzato un biglietto omaggio a testa per il Treno Blu, un viaggio sul treno a vapore lungo la ferrovia storica Sebina.

Il premio migliore però, vista l’entusiastica partecipazione, è stato quello di partecipare a un gioco alla fine del quale, senza nemmeno accorgersene, i partecipanti sono diventati degli accaniti lettori. La “competizione” si è basata su un elenco di libri (due bibliografie da 50 titoli) le cui storie e personaggi sono state poi per 5 settimane l’oggetto di domande, rebus, cruciverba che ogni lunedì le squadre trovavano sul sito della gara: www.sistemasudovestbresciano.it/storiepergioco e dovevano risolvere entro la fine della settimana.

Le biblioteche del Sistema, fin dalla prima edizione, volevano coinvolgere un numero elevato di classi. Gare di lettura se ne fanno molte e da tempo, ma prevedono in genere un numero limitato di classi, spesso della stessa scuola, in quanto risulta complicato e difficoltoso far giocare insieme un numero molto alto di bambini e di bambine provenienti da paesi diversi. Anche per questo: Storie per gioco si svolge soprattutto su Internet. Bibliografia, giochi, soluzioni e classifica sono ancora liberamente visibili sul sito da chiunque (quindi anche da genitori, amici, curiosi).

Il torneo è uno strumento per giocare con i libri, proponendo una motivazione che fa leva sulla competitività derivante dal gioco, ma confidando – per appassionare poi i ragazzi alla lettura – nella selezione di libri molto belli e avvincenti. Un ulteriore particolarità dell’iniziativa deriva dalla modalità originale di gareggiare in rete, che gli insegnanti possono trasformare in una occasione per far prendere confidenza con gli strumenti informatici: la navigazione nelle pagine del gioco, l’uso dei form e della posta elettronica per le risposte e così via. Per meglio illustrare tutte le possibilità didattiche di questa attività, a settembre 2011, è stata organizzata una mattinata di formazione per insegnanti dal titolo “Le gare di lettura come promozione del libro e della lettura”, presso la scuola primaria di Ospitaletto, a cui era stato invitato il maggiore esperto italiano di gare di lettura: Eros Miari.

Preziosa la partnership con la libreria di Chiari Edicolé di Piazza delle Erbe che ha praticato sconti alle famiglie dei partecipanti alla gara e riconosciuto al Sistema una parte delle somme spese per l’acquisto dei volumi della bibliografia, i quali comunque sono stati messi a disposizione dalle biblioteche alle classi in almeno una copia per squadra partecipante.

Le finali di ieri sono state dunque il punto terminale di un complesso percorso nel quale biblioteche e istituti educativi hanno collaborato efficacemente in vista di un obbiettivo semplice ma estremamente difficile da raggiungere: avvicinare i piccoli lettori ai libri, usando il gioco per aprire loro un mondo la cui ricchezza si spera non li abbandonerà più.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome