La Lega Nord dichiara guerra alle nutrie con un progetto di legge in Parlamento

0

Un progetto di legge al Parlamento per combattere efficacemente l’emergenza nutrie è stato oggi depositato al Pirellone dal consigliere regionale della Lega Nord, Alessandro Marelli. "Il problema delle nutrie – afferma Marelli- è diventato una vera e propria emergenza che va fronteggiata in maniera molto più decisa, anche sul piano legislativo con la modifica delle normative esistenti. La diffusione di questa specie sta causando gravi squilibri ecologici, con rischi per il mantenimento della regimazione delle acque e degli assetti idrogeologici. La nutria, roditore che arriva a consumare fino a 2,5 kg di prodotto fresco al giorno, è in grado poi di arrecare gravissimi danni alle colture agricole, con evidenti costi per un settore messo a dura prova dalla crisi economica. Gravissimi anche i rischi per la salute. La nutria può infatti costituire il serbatoio per la diffusione di diverse patologie, la più pericolosa delle quali è la leptospirosi, rispetto alla quale sono stati riscontrati casi di trasmissione sia ad animali di affezione e di allevamento sia all’uomo. Per risolvere questa situazione abbiamo ritenuto necessario predisporre un nuovo quadro giuridico, che possa consentire il raggiungimento di una totale eradicazione della nutria dal territorio. Il PLP (progetto di legge al Parlamento), che abbiamo presentato oggi in consiglio regionale, equipara le nutrie alle specie quali le talpe, i topi e  i ratti che non sono tutelate dalla legge 157/1992 sulla protezione della fauna selvatica.  In secondo luogo la nostra proposta prevede che le Regioni possano predisporre piani per il controllo numerico delle nutrie, ovvero piani di bonifica con l’impiego prodotti e mezzi selettivi, delegando le Province per l’esecuzione degli stessi."

 
 
 
 

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Io invece propongo di applicare gli stessi ragionamenti sulle nutrie anche ad altre categorie: ve ne viene in mente nessuna che mangia e crea danni a chi già è messo alla prova dalla crisi economica? Sarà forse un’emergenza meno importante di quella delle nutrie?

  2. Beh ormai ai leghisti non resta che occuparsi delle nutrie. Per quanto riguardo l’agricoltura la Lega in decenni di governo ha tutelato il settore SOLO cercando di aiutare gli evasori delle quote latte e penalizzando gli onesti. Mi pare un ottimo risultato, forse volevano esportare la coltura del mais in Tanzania?

  3. ma è uno scherzo o è vero? con tutti i problemi del ns paese e con tutti i problemi della lega, leggere questo articolo è a dir poco comico

  4. Dopo questo articolo milioni di Padani hanno la certezza che la Lega si occupa anzitutto dei problemi reali e quotidiani delle famiglie padane alle prese con la crisi economica. –

  5. ma anche le nutrie facevano parte del cerchio magico? maroni le vuol far fuori come il trota, la mauri e la rizzi? in effetti poi se guardi bene la foto una qualche somiglianza con belsito c’é.

  6. In quale Parlamento ? E’ forse la prima legge promulgata dal Parlamento Padano ? A maggioranza o con voto di fiducia ?

  7. ecco DOVE E’ ARRIVATO IL DIBATTITO POLITICO dei NOSTRI RAPPRESENTANTI …e per quello che paghiamo cosi ALTI STIPENDI perchè ci difendano dai MOSTRI nelle PRATERIE

  8. Quella delle nutrie è diventata una vera e propria persecuzione… basta!!!! Non è giusto che vengano ammazzate a fucilate o che muoiano di stenti nelle gabbie trappole disposte e non più "controllate&qu ot; da nessuno… Oltre che essere una questione etica, è anche una questione scientifica: l’aumento della mortalità non determina una diminuzione della natalità. Quindi voler continuare ad ammazzare significa soltanto voler continuare a favorire i cacciatori e altri "professionisti del fucile" appositamente pagati. L’unica, vera soluzione non cruenta è la sterilizzazione: basta quella dei maschi per rendere sterile tutta la comunità "harem".

LEAVE A REPLY