Edilizia, “situazione drammatica”. Dal 2008 persi 6.400 posti di lavoro

0

La presentazione del bilancio 2011 della Cassa assistenziale paritetica edile è stata per i vertici dell’ente bilaterale l’occasione per fare il punto sulla crisi dell’edilizia a Brescia. Purtroppo non ci sono segni di miglioramento. La situazione del settore è drammatica, dal 2008 ad oggi il settore ha perso 1.080 aziende e oltre 6.400 posti di lavoro. Ma l’edilizia bresciana non si arrende. C’è bisogno di fiducia – dicono alla Cape – che le banche tornino ad aprire i cordoni del credito e che la pubblica amministrazione cominci a pagare più rapidamente i lavori per i quali oggi le aziende sono costrette ad aspettare anche due anni.

 

«Non vediamo dove e come ci possa essere una ripresa – ha spiegato a Bresciaoggi il presidente della Cape, Alberto Silvioli. Anche se continuo a credere che il mattone, considerata l’inaffidabilità della finanza, rappresenta tutt’oggi l’investimento più sicuro».  

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome