Dopo un anno di indagini preso il quarto uomo della rapina alla banca di Quinzano

0
Carabinieri in azione
Carabinieri in azione

Ci è voluto un anno di indagini, ma alla fine anche il quarto uomo della rapina alla baca di Quinzano d’Oglio è stato assicurato alla giustizia. Si tratta di M.S., 54enne torinese, sfuggito alla cattura ma raggiunto dai carabinieri di Verolanuova a distanza di un anno da quel tragico pomeriggio dell’aprile 2011 in cui, insieme ad altri tre complici, si introdusse nella banca per rapinarla. Due dei suoi complici, I.A., 38enne di Caselle e O.A., 62enne di Rovigo, morirono subito dopo la rapina, raggiunti dai proiettili sparati dalla guardia giurata M.P. mentre tentavano la fuga a bordo di una Fiat Bravo. Il terzo uomo, il 30enne D.D.G., è stato raggiunto e arrestato poco dopo la rapina, mentre per il S. ci è voluto un anno di indagini e di analisi del dna per arrivare a giudicarlo colpevole. Contro di lui ci sarebbero prove inconfutabili, a partire dal dna trovato sul manubrio della bicicletta con la quale si è dato alla fuga e sulla maschera di gomma che portava durante la rapina, poi abbandonata per strada. A dare una mano ai carabinieri di Verolanuova anche i Sis e i Ris di Parma.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY