Salò, sequestra l’amante e tenta di corrompere i carabinieri con denaro e due mucche

0
Carabinieri in azione
Carabinieri in azione

In cambio del silenzio dei carabinieri, che l’avevano raggiunto per chiedergli spiegazioni circa la denuncia di una donna rumena che aveva rivelato di essere stata sequestrata e violentata, un imprenditore della Bassa bresciana prima ha offerto loro denaro contante “meglio pagare voi che l’avvocato” avrebbe detto e poi addirittura due mucche. E’ successo a Salò. La vittima è una donna di origini rumene che l’altro giorno si è rivolta ai carabinieri della compagnia di Salò per denunciare il sequestro di una notte e ripetute violenze sessuali da parte di un agricoltore 64enne. La donna ha mostrato ai militari i lividi della violenza  subita e i messaggi con i quali l’uomo cercava di convincerla a non denunciarlo. Tutto perché la donna voleva interrompere la tenere amicizia che li legava da qualche tempo. Per l’agricoltore sono scattate le manette con l’accusa di sequestro di persona, violenza sessuale, stalking e induzione alla corruzione.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. solidarietá alla vittima di questo animale che considera le donne come le sue mucche. vergogna !! dove sono i razzisti che ululano contro le "civiltà inferiori"? tutti zitti?

  2. ..probabilmente non era proprio una tenera amicizia che li legava…
    Comunque i reati verranno perseguit:, il 64enne è in carcere.

  3. io non ci trovo nulla di razzista. ma se il maiale anziché italiano fosse straniero i razzisti avrebbero postato mille commenti del tipo "ecco le risorse", "diamogli la cittadinanza", "fuori dai ball", "fa parte della loro cultura" e amenità varie. invece siccome é italiano i commenti di solidarietà alla povera vittima, che tra l’altro é straniera, li ho fatti solo io…

LEAVE A REPLY