Il bresciano Berthoud nominato vicesegretario regionale dell’Udc

0
Bsnews whatsapp

“È con vero piacere che ti confermo, dopo averne dato comunicazione nella Direzione Regionale del 13 aprile 2012, la tua nomina a Vice Segretario Regionale dell’Unione di Centro Lombarda”. È quanto si legge nella lettera che Christian Campiotti, neo Segretario regionale dell’Udc in Lombardia, ha indirizzato stamane al bresciano Giuseppe Berthoud.

Cinquantatre anni, già candidato Sindaco di Brescia nel 2008 e impegnato ne La Rosa per l’Italia,  movimento politico fondato da Savino Pezzotta, Berthoud ha accettato “con convinzione questo incarico convinto che le difficoltà economiche che ogni giorno mettono a dura prova le famiglie, le nostre comunità e le imprese, ci obbligano ad un rinnovato impegno politico e sociale”.

Secondo l’esponente centrista, infatti, “la crisi, che deve essere considerata un’opportunità di cambiamento e di sviluppo, colpisce frontalmente ogni settore della nostra società, ma alla politica, ai partiti e agli iscritti  è richiesto un supplemento di coerenza, di credibilità, di competenza  e di concretezza;  senza sconti, privilegi o trattamenti di favore”.

“All’Unione di Centro verso il Partito della Nazione – ha concluso Berthoud – resta il compito di superare i vecchi schemi della politica, perché solo riaggregando gli italiani supereremo le sfide dei nostri tempi. È il momento delle scelte coraggiose e del coinvolgimento di tutte le risorse civiche, lo dobbiamo a noi stessi, ma soprattutto alle giovani generazioni”.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Ma le cariche non erano elettive, cioè dopo un congresso??? vediamo che come sempre la logica nei partiti non cambia, non si contano e si scelgono a piacere ….non fateci ridere

  2. E’interessante che i messagi di cambiamento e rinnovamento della politica giungano dai democristiani d.o.c. come Casini, segretario personale di Forlani, vengano cioè dai protagonisti della crescita del debito pubblico, dell’assenza di politiche industriali, della mancanza di riforme del mercato del lavoro, dell’esplosione della spesa pubblica, dei costi inutili e degli sprechi. Che i rappresentanti della partitocrazia vogliano aggregare le risorse civiche e si rivolgano ai giovani, fa sorridere non poco. Occhio ai sondaggi, soprattutto…

  3. un nuovo incarico per un nuovo personaggio ???? riciclato da quale partito ??? ma dove era questo signore prima di essere cosi medagliato non lo abbiamo mai visto nelle sezioni ????

RISPONDI