Teatro Officina racconta il dramma delle morti sul lavoro. Venerdì 27 alla Cisl

0

Una rappresentazione teatrale di musica e di parole per raccontare la tragedia delle morti sul lavoro. Va in scena venerdì 27 aprile (ore 9,30) nell’auditorium della di Brescia. Si intitola “Scandalo quotidiano di un normale morire” ed è allestito dal Teatro Officina. L’iniziativa rientra nel programma della Cisl di Brescia per il Primo Maggio 2012. Ingresso gratuito.

LA RAPPRESENTAZIONE TEATRALE è tratta da poesie di Ferruccio Brugnaro, un poeta operaio, dal libro “Lavorare uccide” di Marco Rovelli e da testimonianze di operai della ThyssenKrupp.

PARLANDO DELLE MOTIVAZIONI di un impegno teatrale che mette al centro figure di operai e il contesto della fabbrica, regista e attori spiegano: “Gli operai mandano avanti un pezzo di Paese Italia, ma non esistono nell’immaginario mentale dell’opinione pubblica. In questo sprofondare delle coscienze qualcosa di ancor più grave è accaduto: la perdita dell’orgoglio e della dignità operaia. Spesso chi è operaio non dice di esserlo, quasi fosse una colpa di cui vergognarsi un poco. Oggi l’uomo invisibile è proprio l’operaio e lo scandalo di tutti i giorni è questo suo normale morire”.

IL TEATRO OFFICINA, fondato nel 1973, ha ospitato presso la storica sede di viale Monza 140 a Milano importanti compagnie nazionali, producendo dieci propri spettacoli legati al tema delle culture regionali e alle forme della comicità.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome