Metro, per il prolungamento in Val Trompia ora spunta l’ipotesi “tram”

0
Bsnews whatsapp

I tempi sono maturi per riprendere la discussione sull’estensione della metropolitana in Val Trompia. E’ quanto ha spiegato ieri il presidente di Brescia Mobilità Valerio Prignachi nell’accompagnare la commissione Trasporti del Broletto a visitare la stazione di Brescia Due del metrò. Nelle scorse settimane si è svolta una riunione in sede tecnica, promossa dalla Provincia, alla quale hanno partecipato anche i sindaci del territorio. A quel tavolo si è discusso tecnicamente del prolungamento a nord. Tre le opzioni. C’è il progetto originario, che prevede l’estensione fino a Inzino con la stessa tecnologia del tracciato cittadino; ma si tratterebbe di spendere 650 milioni per un bacino d’utenza di 60-65mila abitanti. C’è la situazione che si creerà a gennaio, con l’asse del metrò e una linea cadenzata di bus verso la Val Trompia, che però sconta le difficoltà di una netta rottura di carico tra un mezzo e l’altro. C’è infine l’opzione prolungamento “sostenibile”, vale a dire l’uso di una tecnologia diversa da quella cittadina, ovvero un tram di superficie che risalga tutta la valle. In questo modo i costi scenderebbero sotto i 100 milioni di euro. Si tratta di una soluzione valutata solo in sede tecnica, ha precisato Prignachi. Le decisioni e le valutazioni spettano alla politica, così come l’onere di recuperare le risorse. Se però si deciderà di approfondire la strada del tram, Brescia Mobilità si farà trovare pronta. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Tra poco si comincerà, tanta e tale è la confusione, a parlare di ripristino dei tram…a cavalli, come nell’Ottocento, soprattutto considerando che le decisioni in merito sono demandate da Prignachi alla politica.

  2. Quello che aveva senso fare in città, ovvero una rete di tram veloci, la si fa dove sarebbe stato tutto più facile realizzare una linea metro. Vai a capire cosa è in grado di esprimere questa classe politica di incapaci.

  3. A Bergamo con il Tram della Valseriana hanno scoperto l’ipotesi già alcuni anni fà….,con minor spesa,minor disagio,e più tempestività!

  4. Almeno ora,alla luce dei fatti,possono valutare meglio l’opportunit&agrave ; conveniente di linee in superficie…,vedi Bergamo -Albino,T.E.B.,fatta sulla vecchia ferrovia….,lo stesso potrebbero fare utilizzando la Iseo edoloper l’hinterland ovest,mentre per lhinterland est negli anni hanno smantellato la ferrovia dei Tormini…,che veggenza!

RISPONDI