Stadio, il contrattacco di Bianchini alle dichiarazioni di Corioni: “Prima saldi i debiti arretrati”

0
Gino Corioni
Gino Corioni

Botta e risposta mediatico tra il presidente del Brescia Calcio Gino Corioni e il Comune di Brescia. Dopo le dichiarazioni apparse sul Giornale di Brescia, dove il presidente ha espresso l’intenzione di spostare la squadra “a Mantova o a Cremona” se la Loggia non troverà un’alternativa al vecchio Rigamonti, l’assessore allo Sport del Comune di Brescia Massimo Bianchini ha contro risposto con un attacco: “Sono avvilito di apprendere queste notizie dalla stampa. A Corioni è stato più volte inoltrato un sollecito perché firmasse il contratto per l’utilizzo dello stadio e non c’è stata risposta. Inoltre c’è una morosità pregressa da sanare, pari a 55 mila euro. La nostra porta rimane aperta, nonostante questo sgarbo. Voglio ricordare tra l’altro il milione e mezzo speso dal Comune per sistemare il Rigamonti>. Il sindaco si trincera dietro il silenzio, evitando di commentare, mentre il suo vice Fabio Rolfi prova a smorzare i toni con un “Non è il tempo per gli insoluti. Corioni non può addossare tutte le responsabilità al Comune. Si è sempre dimostrato freddo nei confronti della cittadella dello sport, non fornendo alcun sostegno. Si tratta di un progetto rallentato per la crisi, ma non cancellato”. Dal canto suo, invece, il capogruppo del Pd in Loggia Emilio Del Bono crede che la scelta migliore sia “ristrutturare completamente il Rigamonti”. La spesa “dovrebbe pagarla il Brescia Calcio, con la possibilità di gestire l’impianto come se fosse di proprietà per un numero prestabilito di anni”.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Domanda: il Brescia Calcio ha sanato anche le morosità pregresse con la Centro Sportivo S.Filippo S.p.A (partecipata totalmente dal Comune) per l’utilizzo dei campi di allenamento ini Via Bazoli ?

  2. il PD non sa piu’ dove andare a prendere voti ed ora prova con i 2000 ultras , un idea piu’ demenziale come quella di Del Bono non la tiravano fuori nemmeno Toto’ e Peppino , evidentemente dietro c’e’ qualche amico ( famoso banchiere di Brescia di sinistra e non serve fare il nome ) , il Brescia ( Corioni ) non ha 55.000 euro di arretrati e dovrebbe averne 5 milioni per ristrutturare ? Per avere poi il campo per altri 50 anni , cosi quando tra 5 o 6 anni ci sara’ bisogno di un altra ristrutturazione Corioni chiedera’ al comune di fare la sua parte un altra volta .

LEAVE A REPLY