BreBeMi, sbloccati i pagamenti delle indennità degli espropri

0
Bsnews whatsapp

Già dai prossimi giorni saranno sbloccate le indennità a favore dei proprietari di terreni e imprese agricole interessati dagli espropri della BreBeMi. Questo l’esito dell’incontro che si è svolto a Palazzo Lombardia in merito alla realizzazione dell’autostrada Milano-Bergamo-Brescia, i cui cantieri procedono a pieno regime. Convocato dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, ha visto la presenza anche del presidente e dell’amministratore delegato di BreBeMi, Francesco Bettoni e Duilio Allegrini, dell’amministratore Delegato di CAL (Concessioni Autostradali Lombarde), Antonio Rognoni e dei consiglieri regionali Mauro Parolini e Pierluigi Toscani che avevano chiesto una riunione sul tema.

 

IL PAGAMENTO DELLE INDENNITA’ – Al centro della riunione, quindi, la situazione dei pagamenti delle indennità di esproprio a favore di quei proprietari i cui possedimenti sono interessati dai cantieri e per i quali le erogazioni erano state ritardate. Una recente sentenza della Corte Costituzionale aveva infatti dichiarato la non applicabilità delle tabelle dei valori agricoli medi stabilite dalle apposite Commissioni Provinciali, rinviando invece ai valori di mercato. Si era così ingenerato un vuoto normativo senza precedenti giuridici cui fare riferimento.

 

DALLA QUESTA SETTIMANA LE INDENNITA’ – CAL e BreBeMi hanno concordato una procedura trasparente e accelerata che permetterà di poter erogare, a partire da questa settimana, ai proprietari che già avevano sottoscritto gli accordi bonari, le indennità dovute. Per tutte le circa trecento pratiche in sospeso è prevista pertanto la liquidazione entro il prossimo mese di maggio. BreBeMi ha anche assicurato che entro la fine di giugno si può prefigurare la conclusione di tutti i rimanenti accordi bonari e conseguente liquidazione anche per i proprietari dei terreni che non sono ancora stati oggetti di avvio delle attività di cantiere. "L’obiettivo del Tavolo di oggi è stato l’individuazione di una soluzione per sbloccare le indennità a favore dei proprietari interessati dagli espropri di Brebemi e di tempi certi per la loro erogazione- ha detto Cattaneo – e questo incontro ha dato gli esiti che ci eravamo prefissati. La Regione sarà parte attiva per monitorare che i pagamenti vengano effettuati secondo i tempi che abbiamo stabilito".

 

GLI ESPROPRI – Sono state effettuate occupazioni di terreni per circa 9,7 milioni di mq (corrispondenti ad oltre il 95% circa del tracciato autostradale). Di questi, 6,2 milioni di mq riguardano espropri; 1,1 milioni di mq asservimenti per la ricollocazione degli impianti interferiti (elettrodotti, gasdotti, ossigenodotti, ecc.) e 2,4 milioni di mq occupazioni temporanee per le attività di cantiere che verranno restituite alla fine dei lavori nelle originarie condizioni. Complessivamente sono state interessate circa 1.500 ditte proprietarie e circa 250 affittuari. Di queste circa il 60% ha sottoscritto accordi di cessione bonaria per un valore totale di indennità di circa 130 milioni di euro, dei quali circa 83 milioni sono stati già pagati, altri 30 circa sono in fase di autorizzazione e saranno pagati a breve.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Ho gie0 scritto un coenmmto incui denunciavo il fatto che lacooperativa di cui sono socio-lavoratore dal 2001,non applica l’ultimo contrattofirmato a luglio 2008.A parte il giudizio moltonegativo che ho nei confrontidi tale bidone che ci hannoregalato i nostri sindacati,Legacoop etc.Mi chiedo se siapossibile che di fatto ormaile cooperative sociali nonsiano altro che imprese conscopo di lucro(della dirigenza),che gestiscono esfruttano altri lavoratorienza neanche rischiare unproprio capitale.Il classico padrone almeno rischiava ditasca propria.Ora si giocanoil capitale sociale di decinedi altr persone e se le cosevanno male,al massimo rimettono la loro quota.Nel frattempo perf2 si beccanocompensi appetitosi,mentre lamaggioranza dei soci(al 5b0liv)non arrivano a 1000 € al mese.Sempre che si abbia la fortuna di non essere statoassunto part-time.E’ il miocaso e io prendo un sussidio,non uno stipendio(meno di 7mila€ lordi l’anno per 88 oresettimanali).Doma ni abbiamo l’assemblea deisoci,credo proprio che il 2marzo darf2 le dimissioni dasocio-lavoratore,s perando almeno di prendere ilTFR e(chisse0 quando)riavere ilcapitale sociale versato.Grazie per l’ospitalite0.

RISPONDI