Torre in piazza Tebaldo Brusato, Toma (Pdl): “Irrealizzabile. Meglio valorizzare gli edifici esistenti”

0

Con un comunicato del consigliere del Pdl Marco Toma interviene sulla proposta di costruire una torre alta cento metri in piazza Tebaldo Brusato, bocciando l’idea. Di seguito il testo integrale del comunicato:

"Mi ha lasciato letteralmente basito la proposta di costruire, in vista di Expo 2015, una torre alta 100 metri in vetro e acciaio in piazza Tebaldo Brusato, nel cuore del centro storico della nostra città, a pochi passi dal sito dell’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità. Chi propone cose simili non solo deve spiegare come un edificio ultramoderno si inserirebbe nell’attuale tessuto urbano, ma dimentica che sotto piazza Tebaldo Brusato riposano un bunker risalente alla seconda guerra mondiale, un mosaico antico di grande valore e, probabilmente, molti altri resti di valore archeologico, in particolare di epoca romanica. Se si intende costruire nuovi edifici ci si deve attenere a quanto stabilito nel recentissimo PGT. Lì ci sono le istruzioni per costruire la Brescia del futuro. Peraltro sarebbe meglio valorizzare gli edifici esistenti e riempire quelli vuoti prima di costruirne altri. Penso ad esempio al tribunale di via Moretto riguardo al quale da tempo immemore le amministrazioni che hanno preceduto la Giunta Paroli sapevano che si sarebbe trasferito in via Lattanzio Gambara e nessuno ha mai pensato a come riutilizzarlo. Brescia deve assolutamente raccogliere le opportunità che si presenteranno con Expo 2015 e lo deve fare per diventare una città Smart, valorizzando la mobilità sostenibile e la green economy. Inoltre le risorse pubbliche e private dovrebbero essere investite per promuovere la brescianità intesa come cultura, prodotti (manifatturieri e del settore agroalimentare) e servizi. Mi auguro che “la Torre” sia stata solo una provocazione per scuotere i tanti attori che devono essere coinvolti nella partita di Expo 2015".

Comments

comments

1 COMMENT

  1. ecco cosa ci sarà all’interno della torre: una "biblioteca" audio-video, un centro multimediale per la presentazione dei comuni della provincia bresciana e una vetrina (adesso si dice showcase) dei prodotti dell’eccellenza bresciana. utile, no?

  2. Ecco un altro che fa bella figura a dire che l’idea della torre è una cosa che non sta nè in cielo nè in terra. E fa anche la disamina sul rifugio sotterraneo, sul mosaico. Ma perchè, se non ci fosse il mosaico si potrebbe prendere in considerazione l’idea di una torre di cento metri in una piazza del centro? Ma perchè nessuno dice che un progetto del genere (e che qualcuno approva, altro che: se no cosa l’hanno fatto a fare???) è quello che è? Quando la smettono di giocare alle nostre spalle? Ma lo sanno che c’è gente che ha problemi ad arrivare alla fine del mese? Ma la vergogna non esiste più???

  3. …dunque riassumiamo la situazione: a santa giulia tagliate le aperture e il personale, la biblioteca di storia dell’arte l’avete sbaraccata per risparmiare 2 euro l’anno, la pinacoteca tosio-martinengo è già a "chi l’ha visto", il parco archeologico ce l’avete sotto il naso ma non sapete nemmeno di averlo, il mercato dei grani diventerà una pre-disco per l’aperitivo dei microcefali del sabato sera, l’ex tribunale è bello fuori e vuoto dentro come la testa di chi dovrebbe dargli una destinazione…vado avanti?…i dirigenti della fondaz. bresciamusei non si sa per cosa vengano pagati dato che non ci sono più mostre, nemmeno quelle inutili e fuori luogo che portano sfiga, si vaneggia con cubi bianchi e torri di vetro nelle piazze cittadine ma sono come l’araba fenice. Forse a questo punto è meglio chiudere per ferie in attesa di una nuova gestione!?

  4. Paroli si è consultato con la Castelletti: in maniera green-smart-pop-mode rn nella torre faranno anche l’Urban Center!

  5. giocare a chi la spara più grossa sembra il turno del Pdl area "non lo so", senza idee non si va avanti…prima ci eravamo accasciati sulla Lega..oggi una voce sensata che nega l’ovvio ..che non verrà mai fatto…ma questi signori sanno che cosa è il TEMA dell’Expo 2015???? ma va bene proprio lo slogan chi siete…quanti siete….un fiorino …lanciato da Piovanelli Pdl. Invece di valorizzare le eccellenze in sede locale,trasferendole nell’occasione dell’Expo,offrire un territorio che ha molte parti dedicate al turismo,(pensate che tutti riescano a dormire a Milano i 45milioni di persone che dicono arriveranno???) offrire un pacchetto di visite al sistema museale ……..bisogna saper VALORIZZARE I TALENTI di questa CITTA’ e Provincia ….queste sono le cose su cui discutere …le torri di babele…lasciamole perdere

LEAVE A REPLY