Loggia 2013, l’Unione Padana punta all’intesa con i movimenti che si ispirano a Miglio

0
Bsnews whatsapp

“L’approssimarsi delle amministrative a Brescia impone ai movimenti indipendentisti/autonomisti di ricercare un momento di sintesi e di intesa al fine di giungere all’espressione di un candidato sindaco comune.” Con queste parole Fabio Toffa, segretario provinciale di Unione Padana, invita tutti i movimenti che si ispirano al pensiero di Miglio e che puntano all’indipendenza dei popoli padani all’unità in occasione delle elezioni comunali a Brescia del 2013: “La convention indipendentista di Jesolo ha tracciato il solco da seguire, è il momento ora di dimostrare che quanto detto in quell’occasione non sono solo parole ma la base di un progetto serio che punti all’indipendenza, progetto che deve necessariamente passare dalla conquista degli Enti Locali.”

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Intanto sembra che il Toffa si stia dando da fare per la causa indipendentista… @Mari invece sembra remare contro…. come mai?
    W Unione Padana.

  2. cito da Wikipedia:
    "valori a cui Alleanza Nazionale fa ufficialmente riferimento sono:

    una visione spirituale della vita;
    introduzione di un’economia sociale di mercato;
    promozione del senso nazionale della Patria e delle radici identitarie dell’Europa;
    riconoscimento e valorizzazione del ruolo della famiglia nella società;
    tutela della libertà di opinione e del pluralismo, ma avversione per il relativismo culturale;
    una concezione della giustizia molto sensibile al tema della legalità e della sicurezza."
    Se la Patria è la Padania e la Nazione la Lombardia, non vedo per quale motivo Toffa non possa essere credibile come indipendentista.
    Gl i altri valori possono essere più o meno condivisibili ma non sono di certo in contrasto con l’indipendentismo.

  3. hai ragione a scrivere che nella vita l’unica cosa che non si cambia mai e’ la squadra del cuore. dovrebbe essere cosi…! A parte le due luminose eccezioni…il fini gianfranco che, arrivato a roma, penso bene di mollare il bologna per diventare tifoso della Aaalazio.. e il mitico emilio fede, che da juventino litigioso – come testimoniano i suoi colleghi RAI, penso’ bene di diventare milanista non appena mise piede ad arcore…

  4. Da wikipeida "Dopo un iniziale interessamento all’acquisto dell’Inter, che secondo l’opinione di Sandro Mazzola, del direttore sportivo Giancarlo Beltrami e dell’avvocato Prisco si concretizzò nel tentativo di comprare la società prima da Fraizzoli nel 1978 e poi da Pellegrini nel 1986, dal 20 febbraio 1986 Silvio Berlusconi è proprietario dell’Associazione Calcio Milan".

RISPONDI