La Cdo di Brescia tra bilancio e sostegno ai terremotati

0

Si è svolta nel tardo pomeriggio di ieri l’Assemblea ordinaria dei soci dell’Associazione Compagnia delle Opere di Brescia. Al centro dell’ordine del giorno l’approvazione del bilancio 2011 e del bilancio preventivo per il 2012.

L’Assemblea – e il Consiglio Direttivo che l’ha seguita – sono stati l’occasione per invitare gli associati e i consiglieri a contribuire alla raccolta di fondi lanciata dalla Compagnia delle Opere per fornire sostegno alle imprese e alle opere sociali delle aree colpite dal terremoto in Emilia (conto corrente intestato ad Associazione Compagnia delle Opere – IBAN IT 55 J 05584 01602 000000005680 – causale “Terremoto Emilia”).

 

Tutti, inoltre, sono stati invitati a partecipare – insieme allo staff della sede CDO di Brescia – a una serata organizzata da CDO Emilia in collaborazione con le sedi locali CDO di Bologna e di Ravenna-Ferrara lunedì 16 luglio alle ore 19.00 presso il Circolo Tennis di Cavezzo (MO), nel cuore dell’area colpita dal terremoto, “per portare la testimonianza viva della nostra vicinanza – ha spiegato il presidente CDO Brescia Giuseppe Battagliola -, ma anche della collaborazione e del sostegno che intendiamo mettere a disposizione delle imprese emiliane”.

 

Il titolo della serata – "Costruire in un mondo che cambia" – ne esprime l’origine e lo scopo:  incontrare, conoscere e condividere l’esperienza di tante persone, famiglie e imprenditori che – pur colpiti in maniera drammatica dal terremoto – non rinunciano a "costruire".

Per motivi organizzativi è necessario confermare la propria presenza e quella di eventuali ospiti entro mercoledì 11 luglio, contattando la segreteria della CDO di Brescia (tel. 0303366919 – e-mail: info@brescia.cdo.org).

 

Proprio il 16 luglio a Cavezzo sarà presentato il progetto “Imprese Gemelle”, al quale parteciperà anche la CDO di Brescia: un vero e proprio gemellaggio tra imprenditori che hanno subito danni dal terremoto e altri che sono disponibili a supportare in vari modi chi ha bisogno. Gli imprenditori potranno compilare un profilo con la descrizione dell’attività e le conseguenze del sisma sull’azienda. Da qui si avvierà la ricerca di altri imprenditori con esperienza nello stesso campo dell’impresa in difficoltà, disponibili a donare un po’ del proprio tempo e della propria professionalità per aiutare chi ha bisogno, sia da un punto di vista pratico, sia gestionale.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY