Spaccio e furti tra città e provincia. Fermati cittadini bresciani ed extracomunitari

0
Bsnews whatsapp

Nel corso di uno specifico per contrastare l’immigrazione clandestina i Carabinieri di Cologne hanno tratto in arresto il sedicente M.Q., 31enne albanese domiciliato in quel centro trovato in possesso di due passaporti di nazionalità albanese riportanti la sua effige di cui uno con i dati anagrafici visibilmente modificati e contraffatti. L’uomo è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa delle decisioni dell’A.G.  

In città nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di San Faustino hanno bloccato ed arrestato per cessione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio T.M. 52enne senegalese clandestino sul territorio nazionale, sorpreso mentre cedeva UN grammo di cocaina a due giovani bresciani. Nel corso della perquisizione personale non è stato rinvenuto altro stupefacente ma la somma di 50 euro ritenuta provento dello spaccio. Il senegalese è stato condotto in camera di sicurezza in attesa delle decisioni dell’A.G. mentre i due bresciani sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori di stupefacenti.

In Rovato i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di un servizio mirato a contrastare lo smercio di sostanze stupefacenti, hanno notato aggirarsi con fare sospetto in quella Piazza Palestro C.M., 23enne del luogo.  Insospettiti dal suo modo di fare lo hanno sottoposto a controllo ed a perquisizione nel corso della quale, nascosta in un pacchetto di sigarette, hanno trovato una dose di hashish e la somma contante di 300 euro probabile provento dello spaccio. A questo punto la perquisizione è stata estesa anche al domicilio dell’interessato rinvenendo analogo stupefacente confezionato in 17 dosi singole avvolte nella carta stagnola. Complessivamente sono stati sequestrati 53 grammi di hashish. Il giovane è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa delle decisioni dell’A.G..

I Carabinieri della Stazione di Marone hanno dato esecuzione, nella giornata di ieri, al provvedimenti emesso dal Tribunale di Milano conducendo in carcere a Brescia S.P. 33enne brasiliano sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso una Comunità di Sale Marasino, che ha violato gli obblighi imposti dall’A.G..

In Sirmione e Lonato del Garda i Carabinieri delle rispettive Stazioni hanno proceduto all’arresto di 3 persone per furto aggravato commesso ai danni di esercizi commerciali, in particolare:

Presso il supermercato “Penny Market” di Sirmione, via Verona, dove S.H. 36enne indiano regolare sul territorio italiano ma senza fissa dimora, ha prelevato dagli scaffali prodotti di profumeria ed intimi per complessivi euro 220,00 allontanandosi senza corrispondere il dovuto. È stato bloccato dai militari, allertati dai responsabili del negozio, mentre tentava di allontanarsi e pertanto arrestato per furto aggravato.

Presso il centro commerciale “Il Leone” di Lonato del Garda, via Mantova, dove A.K 31enne e K.K. 44enne entrambi marocchini, senza fissa dimora e clandestini sul territorio nazionale, presso il negozio “Sportland”, dopo aver manomesso i sistemi antitaccheggio, hanno tentato di dileguarsi approfittando dell’orario di chiusura e dell’oscurità incombente portandosi dietro capi di abbigliamento per un valore complessivo di 850,00 euro. Nonostante avessero sperato nella scarsa attenzione dei commessi dovuta all’imminente orario di chiusura, le loro manovre non sono passate inosservate ed i Carabinieri di Lonato del Garda li hanno intercettati e bloccati poco lontano dal luogo del misfatto.

In entrambi i casi la refurtiva è stata restituita nell’immediatezza ai legittimi proprietari e gli arrestati sono stati condotti presso le camere di sicurezza dell’Arma in attesa delle decisioni dell’A.G.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI