Otto anni e cinque mesi per la “talpa” bresciana di truffe e rapine

0
Bsnews whatsapp

Era stato arrestato nel mese di luglio 2008 dalla Squadra Mobile della Questura di Brescia poiché ritenuto la “talpa” di rapine e truffe poste in essere nel 2007 e 2008 tra Brescia, Rezzato e Desenzano del Garda. Proprio nel centro lacustre il colpo più sensazionale, il 7 marzo 2008 un uomo vestito con la divisa da guardia giurata di un noto istituto di vigilanza, è entrato nella filiale della Banca Unipol di viale Andreis e spianata la pistola ha costretto il personale a consegnargli una borsa contenente la somma di 258.000 euro in contanti preparata per essere consegnata, di lì a poco, ad un furgone portavalori. Le indagini avevano condotto in cella F.N, allora guardia giurata, e M.P, l’uomo che aveva compiuto materialmente la rapina. Ai due sono stati poi attribuiti anche altri reati commessi con il medesimo modus operandi. Ieri i Carabinieri di Cologne si sono presentati presso l’abitazione di F.N, agli arresti domiciliari dal luglio 2010, e gli hanno notificato l’ordine di carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Brescia, conducendolo poi in carcere dove dovrà scontare la pena ad anni 8 (otto) e mesi 5 (cinque) di reclusione.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI