Negrita, prima le scuse per il prezzo del biglietto poi rock senza tregua

0

Con oltre duemila persone presenti, il “Dannato Vivere Tour” dei Negrita ha conquistato la Fiera di Brescia. La rock band toscana ieri sera ha suonato per più di due ore, proponendo i brani del nuovo album, ma anche i successi di una carriera che ormai è quasi ventennale. Ma prima di dare inizio allo show Pau, il leader della band, ha voluto scusarsi con il pubblico, “per il prezzo del biglietto d’ingresso”. “Il costo del biglietto doveva essere di 28 euro, come da contratto, invece abbiamo saputo che avete sborsato 35 euro, perché c’è sempre un furbo che cambia le regole. Sappiate che non volevamo neanche salire sul palco. Voi ci avete perso 7 euro, noi metà della nostra faccia, per questo vedremo di impegnarci al massimo. Scusateci”. La folla è andata in delirio, accompagnata dall’incalzare delle note di apertura di “Fuori controllo”, una delle tracce contenute nell’ultimo lp del gruppo. Bis e applausi a non finire per le vecchie hit “Ho imparato a sognare”, “Mama Maé” e qualche lacrima con l’ultima “Modo Mio” che manda tutti a casa. Felici.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. per quelli che al concerto ci son stati veramente, la prima canzone è stata: cambio!!!……….f uori controllo l han cantata circa a meta concerto!

  2. ma possibile che si debba speculare anche su queste cose? questa è una gran figura di m**da per la città. lasciate ogni speranza o voi che vivete a brescia…

LEAVE A REPLY