Festa di Radio Onda d’Urto: ecco il programma completo. Aprono i 99 Posse e chiude la Zilli

0

La Festa di Radio Onda d’Urto (8-25 agosto 2012, in via Serenissima a Brescia) arriva quest’anno alla sua ventunesima edizione. L’iniziativa di autofinanziamento della storica emittente antagonista, attiva dal 1985, offre nonostante la crisi concerti di artisti nazionali e internazionali a prezzi i più popolari possibili: “sottoscrizioni popolari anticrisi” – dicono gli organizzatori -, “dai 2 euro ai 13 per le bands più importanti, e la possibilità di abbonarsi per 40 euro, come l’anno scorso, entrando tutte le sere” (maggiori dettagli: 030/45670, sul profilo Facebook della Festa di Radio Onda d’Urto 2012 o www.festaradio.org )”. E ancora band indipendenti spesso tagliate fuori dai circuiti mainstream,  intervallate da dj set e distribuite su tre palchi oltre al principale (tenda blu, tenda migranti e patchanka). Ampio spazio poi ai dibattiti (crisi, sfratti, diritti dei migranti, ambiente, il Tav, repressione di Stato e una conferenza sul carcere con Renato Curcio), presentazioni di libri, momenti di confronto politico; ma pure di socialità, dedicata a persone di tutte le età, bambine e bambini compresi, grazie allo spazio gonfiabili e alle serate di animazione, e alla moda di strada, con una sfilata autoprodotta in calendario lunedì 20 agosto. Sempre in questo ambito, da segnalare la tradizionale offerta di decine di bancarelle di artigianato da tutto il mondo, con vestiti, oggetti e proposte in larga parte legate all’autoproduzione, e la “Libreria del gatto nero”, con centinaia di titoli dalle case editrici mainstream fino a quelle meno conosciute. Il lavoro e l’impegno volontario di centinaia e centinaia di compagni e compagne consentirà inoltre la presenza di tanti stands dove mangiare e bere, dalla piazza al kebab, fino al vegetariano e ai ristoranti veri e propri, trascorrendo quante più serate in un clima combattivo e al contempo di festa.

 

CONCERTI PALCO PRINCIPALE (ARTISTA PRINCIPALE DALLE 21.30 ALLE 24) – Mercoledì 8 agosto: nella serata il cui ricavato andrà a sostegno della lotta del centro sociale Magazzino 47, dal 1993 spazio libero e liberato a Brescia, sul palco principale la rumba urbana dei La Pegatina (Spagna) e l’hip hop (ma non solo) militante dei 99 Posse, con il nuovo lavoro “Cattivi guagliuni”.

 

Giovedì 9 agosto l’”Eretico Tour” 2012 di Caparezza fa tappa alla festa di Radio Onda d’Urto. Con lui, sul palco Emma Tarantola ed Emma Filtrino.

 

Venerdì 10 agosto spazio all’hip hop militante con un doppio show inedito, “Good old boys”: Kaos One & Dj Craim più i Colle der Fomento.

 

Sabato 11 agosto invece spazio al circo freak all’insegna dell’immaginario timburtonesco, fra atmosfere gotico-fiabesche e brani tratti dai più celebri film di Tim Burton eseguiti dal vivo da “The spleen orchestra”.

 

Domenica 12 agosto, serata dedicata al combat!: sul palco ci saranno gli Erode, gruppo punk che ha scritto la storia degli anni ’90  e torna ora in concerto dopo anni di stop per la prima volta sul palco della Festa. A seguire, un nome che non ha bisogno di tante presentazioni: Banda Bassotti, ossia “La banda” per eccellenza, fra ska, rock, reggae e punk.

 

Lunedì 13 agosto spazio al teatro con “SHOWPERO”, una produzione del Teatro della Cooperativa, diretto dal regista Renato Sarti.

 

Martedì 14 agosto, invece, la leggenda dello ska mondiale: The Selecter, dall’Inghilterra. Con loro, sul palco, gli Statuto, partiti nel 1983 da Torino e ancora oggi “il” gruppo ska italiano per antonomasia.

 

Mercoledì 15 agosto, Ferragosto, appuntamento con il rockabilly e il punkabilly internazionale: sul palco gli statunitensi Koffin Kats. Con loro, i romagnoli Horrible Porno Stuntmen.

 

Giovedì 16 agosto ancora dagli Usa, la leggenda del punk-hardcore mondiale: i Sick of it all. L’esibizione della band di New York rientrerà all’interno di un grande festival, “Appetite for hardcore” con sul palco The Smashrooms, Raw Power e A Wilhelm Scream (Usa).

 

Venerdì 17 agosto doppietta da non perdere: alla Festa i Punkreas, assieme ai No Relax di Joxemi e Julio, rispettivamente chitarra solista&voce e basso degli Ska-P, assieme a Micky (ex Bambole di Pezza).

 

Sabato 18 agosto stoner rock made in Inghilterra con gli Orange Goblin. Assieme a loro, gli Hyper Evel e i Mad Penguins.

 

Domenica 19 agosto, invece, si torna in levare: sul palco principale Macka.B and the Roots Ragga Band, dall’Inghilterra, appuntamento da non perdere con un dancehall/toaster di caratura mondiale. In apertura gli Spasulati, band che fonde assieme reggae e patchanka, lingua italiana e arbereshe, dalla Calabria.

 

Lunedì 20 agosto un altro nome “storico” della Festa di Radio Onda d’Urto, l’alternative rock italiano per definizione: gli Afterhours. Sul palco anche Maria Antonietta, 25enne cantautrice marchigiana a cavallo fra grunge e garage rock.

 

Martedì 21 agosto, si cambia decisamente territorio musicale con una delle proposte più attese della Festa 2012: arriva Tricky (ex Massive Attack), un nume tutelare del trip hop a livello globale.

 

Mercoledì 22 agosto, ancora grande spazio alla reggae music: da Saint Ann Bay, Jamaica, arriva Max Romeo. Con lui, sul palco, gli italianissimi Good Vibe Styla.

 

Giovedì 23 agosto si lasciano i suoni in levare e si rientra a tutta velocità su sonorità punk, con il grande ritorno di due band italiane che hanno scritto (e ancora scrivono) la storia del suono duro e puro all’italiana: Pornoriviste e Derozer.

 

Venerdì 24 agosto protagonista sarà il rock alternativo italiano di punta, con Il Teatro degli Orrori. Con loro, i 2 Pigeons e i Cronofobia.

 

L’ultima sera, infine, sabato 25 agosto, un ritorno importante quanto molto atteso: sarà infatti Nina Zilli a chiudere la XXI Festa di Radio onda d’urto.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Il tutto naturalmente, come tutti gli anni, in NERO ….. noooooo poveri ragazzi ….. il tutto come "SOTTOSCRIZIONE" (il che significa la stessa cosa …. cioè in NERO) e naturalmente nessuno che può controllare !!! D’ altra parte come si finanzierebbe la radio se non con l’ EVASIONE FISCALE !!! Ma i massacrati dai controlli siamo noi artigiani …..

  2. Non è vero che nessuno può controlalre. E’ vero che le feste come questa funzionano diversamente dalla tua azienda. Tutte, però: anche quella dei Tanzaniani…

  3. Io però le ricevute fiscali le emetto ….. mi piacerebbe sapere se per le SOTTOSCRIZIONI vengono emesse !!! ahhhh noooo … è una ASSOCIAZIONE SENZA SCOPO DI LUCRO …. quindi NIENTE RICEVUTE FISCALI ….. questa è la VERITA’ !!!!

  4. Vale per tutte le feste. Vale anche per i club, che fanno la stessa attività dei bar. Chi hai votato alle ultime elezioni nazionali? Prenditela con loro, non con chi si muove nel rispetto delle leggi. Oppure fai un bel club anche tu…

  5. Ancora una volta un programma che richiamerà decine e decine di migliaia di giovani e non solo, da Brescia e provincia ma non solo. Nel deserto culturale che caratterizza l’estate bresciana, non c’è che da prendere atto che Radio Onda d’Urto ha saputo negli anni costruire una festa che ha pochi eguali in Italia. Chi si attacca a presunte irregolarità lo fa evidentemente per invidia o pregiudiziale ostilita. Le feste popolari sottostanno, giustamente, a un regime fiscale diverso da quello vigente per attività d’impresa, o che abbiano fine di lucro. E le regole sono le stesse anche per le feste della Lega o del PD.

  6. dopo aver sbraitato per anni contro la festa della radio quando erano all’opposizione, i rolfi e i labolani si sono dovuti rassegnare e ora hanno il buon gusto di tacere. Cosi’ chi intona ancora il ritornello degli scontrini fiscali, o dello spaccio dentro l’area della festa, fa la figura del soldato giapponese sull’isola deserta.

  7. concordo con mup, personalmente l’ultima volta ho votato paroli, ma la festa della radio è un evento unico e imperdibile. io di solito faccio l’abbonamento e vado tutte le feste, con poche decine di euro vedo 20 concerti, fuori di lì per un concerto solo dovrei spendere altrettanto…

  8. E allora …. mettiamole dentro tutte le "feste" !!! Ma perchè non devono avere scontrini fiscali, ricevute fisali, ecc. ??? DUE PESI e DUE MISURE !!! Se un artigiano come me …. non emette fattura o ricevuta fiscale prende una multa che ne basta la metà … se invece i partiti o le associazioni "senza scopo di lucro" come l’ associazione che gestisce radio onda urto NON EMETTONO SCONTRINI FISCALI allora và bene … difatti sarebbe giusto che anche la mia ditta venisse TRASFORMATA in ASSOCIAZIONE SENZA SCOPO DI LUCRO …. infondo anch’io LAVORO PER MANTENERE I MIEI FIGLI e giro con un furgone vecchio di 15 anni e la mia automobile è una vecchia peugeot del 2002 !!!

  9. Le feste, infatti, sono dentro tutte. Tutte. E’ la legge. Sei tu che fai finta di non capire. Le tasse sul proprio lavoro le pagano tutti: gli operai, gli impiegati, i pensionati (anche se non alvorano più..): tutti lavorano per mantenersi. Qual’è il tuo problema, a parte che non ti sono simparici quelli di radio onda d’urto? Perchè se il problema è solo quello, fattene una ragione eh…

  10. Il fatto che leghisti e gente del pdl vada alla festa della radio dimostra come i contenuti politici di questa siano andati calando nel tempo. Grandi concerti, ottimo ambiente e bella compagnia, ma ormai pochi compagni e troppi fighetti!

  11. Lo sappiamo tutti che a questa festa ci si va solo per farsi le canne "legalmente".Infatti non si sa perche’ ma questa e’ una zona franca,puoi fumare e spacciare senza che nessuno dica niente….alla faccia della cultura

  12. quando ero volontario in ambulanza chissà perchè il periodo peggiore era proprio in concomitanza della festa, io stesso di scene allucinanti ne ho viste parecchie!

  13. IO VADO ALLA FESTA PERCHE’ POSSO FUMARE LE CANNE MEENTRE MI BEVO UNA BIRRA SENZA NESSUNO CHE MI ROMPA LE BALLE!!!!!SIA CHE SIA DI DESTRA CHE DI SINISTRA……E QUALCUNO MI DICA CHE NON E’ COSI’….

  14. io vado alla festa perché c’è bella musica, ci sono dibattiti interessanti, ritrovo parecchi amici e mi piace sostenere una radio che è sempre in prima fila nelle battaglie sociali (emergenza abitativa, migranti, precarietà, ecc…)!

  15. mia figlia è andata alcune volte ed è rimasta SCONVOLTA da quante droghe vengono offerte all’ interno del campo festa senza che nessuno intervenga ………. dalle famigerate pasticche delle discoteche alla più normale erba marijuana. I suoi amici dicono che in concomitanza con questa "FESTA" arrivano a brescia spacciatori da tutta la Lombardia e quantitativi di droghe di tutti i tipi. Alla faccia di ROLFI, LABOLANI & company che poi danno anche fondi per le pulizie, controlli, ecc.
    CHE SCHIFO – CHE SCHIFO – CHE SCHIFO !!! E io da sempre VOTO A SINISTRA !!! Ho sempre votato a sinistra e sempre voterò a sinistra ma la DROGA NO !!!

  16. Per la sig. Gianna: mi dispiace se sua figlia e’ rimasta sconvolta ma le posso assicurare che alla festa non vengono tollerati spacciatori e che dopo una lunga e faticosa lotta sono stati allontanati da ormai 3-4 anni. Le voglio ricordare comunque che la presenza di persone che cercano di speculare con sostanze in ambiti di aggregazione non sono un fenomeno che caratterizza solo la festa di radio onda d’urto, ma ogni ambito aggregativo giovanile, dagli oratori alle scuole, dalle discoteche ai locali o alle piazze più frequentate. Proprio per questo ci siamo dotati di un folto servizio d’ordine interno. La festa è frequentata da decine di migliaia di persone, non solo giovani ma anche famiglie con bambini, adulti ed anche anziani e le posso assicurare che il motivo del grande successo del nostro evento estivo non e’ certamente la presenza di spacciatori bensì la possibilita’ di assistere a concerti di ottimo livello e di mangiare nei vari stand a prezzi abbordabili oltre che di vivere una libera aggregazione interculturale ed intergenerazionale. La invito a venire alla festa quest’anno con la sua famiglia, magari anche per partecipare ad un dibattito o per fare un giro in libreria e sono certo che cambierà parere. Se chiederà di me, saro’ lieto di accompagnarla nella visita.

  17. qualcuno sa dirmi quale luogo frequentato da giovani é esente da droghe? nemmeno gli oratori. sono contro ogni droga ma non i miei figli devono essere in grado di frequentare ogni ambiente, in libertà e spero senza far abuso di nulla senza sconvolgersi perché vedono le canne. sono stato più volte alla festa, ho visto qualche giovane fumare, di altro non ho visto anche se ci sarà stato di sicuro.

  18. comunque difendo giannino l’ artigiano : a qusta festa E’ TUTTA un’ EVASIONE FISCALE UNICA …. un territorio fuori da qualsiasi regola – di quelli dove i compagni PRDEICANO BENE CONTRO I COMMERCIANTI ma poi razzolano male e NON EMETTONO NESSUN DOSUMENTO FISCALE e le bancarelle all’ interno della festa incassano tutto in NERO ! questa è la realtà ! Ve la immaginate la GUARDIA DI FINANZA che và a controllare i banchetti all’ interno della festa di Raio Onda Urto ? Verrebbe presa a sprangate ! Altro che SOTTOSCRIZIONE ! Evasione bella e buona ….. E voglio vedere cosa risponde uno degli organizzatori che ha scritto prima !

  19. Umberto !!!
    Gli spacciatori NON CI SONO PIU’ da 3 – 4 anni ???
    Ma che film hai visto ???
    Gli spacciatori ci sono a tutte le feste ??? ma non sei mai andato a quella del PD o RIFONDAZIONE o altre feste ???
    Tu lo sai bene che per la festaradio arrivano spacciatori da ogniodovunque !! SOOO DAI FA EL BRAOOO !!
    A KI VOLET CONTAGHELA ??? FORSE ALLA SIURA GIANNA TA PODET CONTAGHELA CHE NON CI SONO PIU’ GLI SPACCIATORI !! FA EL BRAOOO DAIIIIII

  20. E’ un dato di fatto che negli ultimi 3 – 4 anni, come dice Umberto si sia fatto tantissimo per eliminare lo spaccio all’interno della festa. Se per caso lo spaccio avviene fuori, bisogna chiedere informazioni al vicesindaco Rolfi, visto che la sicurezza è "compito" suo.
    Comunque trovo curioso che 20 commenti ad un articolo sui concerti nessuno giudichi il programma della festa. Vi piace, non vi piace?

  21. certo…non c’è più droga DENTRO…ma FUORI?
    Me lo ricordo bene che quando ero di turno di notte al 118 in concomitanza della festa erano rogne….ma se perfino dal trentino arrivano per sballarsi in pace…dai non raccontiamoci balle.

  22. Bravo ex-118 …. ma perchè le COLPE dei COMPAGNI devono essere sempre addossate agli altri (in questo caso a Rolfi) ??? I compagni lo sanno bene che la FESTARADIO attira centinaia di spacciatori e migliaia di consumatori di droghe di tutti i tipi !! Ma siccome la FESTARADIO serve per FINANZIARE la radio (dei figli di papà che giocano a fare i compagni !!!) per un anno intero …. è chiaro che và bene tutto anche la droga e magari anche le balle dell’ ex terrorista RENATO CURCIO che ha sulla coscienza decine di morti fra compagni che hanno creduto nella lotta armata e vittime del terrorismo !!! Ma per far vivere la radio và bene anche lo spaccio delle droghe … secondo gli organizzatori !!! Che a me fanno veramente pena !! VIVA LOTTA COMUNISTA !!!

  23. Lotta comunista chi? Quelli che si vedono solo una volta l’anno, il primo maggio, e che suonano il citofono la domenica mattina presto, quando i lavoratori si riposano dal lavoro di una settimana? Ma che droghe ti fai, per vivere un’esistenza cosi’ triste?

  24. A quello che non si firma : guarda che i compagni che vanno in giro nei quartieri proletari anche la domenica mattina sono OPERAI e non i figli di papà miliardari (come alcuni dirigenti di radio ondaurto e magazzino 47) che hanno fatto della LOTTA DI CLASSE la loro attività professionale !!! Ti sei mai chiesto perchè qualcuno all’ interno di radio onda urto VIVE DEI PROVENTI DELLA RADIO da oltre 20 anni e gioca a fare il compagno di DIRITTI PER TUTTI ? Sfruttano ingenui ragazzini per farsi il loro compenso mensile con radio e magazzino!!! Che provassero a venire alla catena di montaggio e vedi che i diritti per tutti non esistono ! Compagni lazzaroni !!! EVVIVA DI NUOVO LOTTA COMUNISTA : POCHI MA BUONI ! Contro qualsiasi droga !

  25. Adesso e’ colpa di Rolfi se spacciano alla festa.E’ incredibile come in Italia si scarichi sempre il problema sugli altri.Sarei curioso di vedere un bel controllo della polizia con cani antidroga e poi vedere la faccia del Sig. Gobbi.L’anno prossimo non ci viene piu’ nessuno alla sua festa,ma sappiamo tutti che non accadra’ mai,vero?

  26. Se spacciano "fuori" dalla festa. Se hai letto, Gobbi contrasta quelli "dentro" alla festa. "Fuori" infatti è giusto che ci mettano i cani antidroga, se vogliono: ma quelli li deve mettere Rolfi per l’appunto… Perchè non li mette, se la festa gli sta tanto sulle palle? Potrebbe, eccome se potrebbe farlo! Perchè non lo fa? Per colpa di Gobbi?

  27. Perchè non mettono i cani antidroga fuori dalla festa radio ?? ma perchè Gobbi e compagni direbbero che è una PROVOCAZIONE, che è CONTRO LA LIBERTA’ INDIVIDUALI, che è lo STATO REPRESSIVO !! Guarda come sono riusciti a RIBALTARE la situazione di GENOVA ! Il Carletto stava lanciando un estintore per UCCIDERE IL POLIZZIOTTO …. ma la colpa è del polizziotto e il Carletto è diventato un EROE e sua mamma è diventata senatrice !!! questa è la realtà di certa sinistra …. vero Gobbi e compagni ???

  28. Che strano! Alcuni commenti ostili nei confronti della festa di radio onda d’urto e di Gobbi sono scritti con lo stesso stile: con il maiuscolo usato a sproposito, con errori e strafalcioni di vario genere. Che marinella, claudio ex quarta internazionale, giannino l’artigiano e giorgio il commerciante siano tutti la stessa persona?!? Le coincidenze stilistiche ed il pressapochismo sintattico sono alquanto sospette….

  29. ma che dici ??? ormai è il lessico di Facebook !!! punti esclamativi, puntini e punti di domanda !!! ormai in migliaia scriviamo così – marinella m. lotta comunista

  30. ma che marones – ma perchè non si parla del programma ? che maronate si scrivono su un programma della festa un programma sempre più bello di anno in anno ! io ci sarò e anzi saremo almeno una quindicina da castiglione stiviere e vedrò solo di divertirmi-tirci – non me ne frega niente della droga – voglio solo bella musica e mangiare a prezzi popolari per due settimane tutte le sere saremo lì – e chi vuole metterla in politica becera come alcuni post che si faccia una canna ! che palle ! viva la festa ! questo è quello che ci interessa – e se la gente viene da tutta italia qualche buon motivo ci sarà e chi se ne frega di lotta continua o lotta comunista (mai sentiti peraltro) giorgio

  31. per favore basta con i soliti commenti dei leghisti, più o meno travestiti, ora in crisi di astinenza causa partito allo sbando.
    Parliamo del programma notevole della festa.

LEAVE A REPLY