A2A, il Consiglio di Sorveglianza ha ridotto i compensi dei dirigenti del 34%

0
Bsnews whatsapp

Il Consiglio di Sorveglianza di A2A S.p.A., riunitosi sotto la Presidenza di Pippo Ranci Ortigosa, ha deliberato all’unanimità, su proposta del Comitato di Remunerazione, riguardo ai compensi del Consiglio di Gestione. Il monte annuale dei compensi del Consiglio viene ridotto del 34% rispetto all’anno 2011. Il Consiglio di Sorveglianza ha deciso che tutti i compensi siano fissi, con l’eccezione di quello del Presidente del Consiglio di Gestione, costituito anche da una parte variabile, legata principalmente a obiettivi di lungo termine misurati sul piano industriale. In particolare, l’emolumento annuale fisso previsto per la carica del Presidente passa da € 700 mila a € 600 mila con un decremento di circa il 14 % e la struttura dei compensi variabili potrà raggiungere un massimo annuale di € 300 mila, rispetto agli € 700 mila dell’anno 2011, con una diminuzione di circa il 43 %. Inoltre, la carica di Presidente non prevede alcun emolumento per cariche in Consigli di Amministrazione di società controllate, compensi precedentemente fissati in un massimo di euro150 mila. La carica di Vice Presidente del Consiglio di Gestione riceverà esclusivamente un emolumento fisso di € 160 mila, con un decremento di circa il 47 % rispetto ai € 300 mila del 2011. Il Consiglio di Sorveglianza ha altresì disposto che le remunerazioni di tutti i Consiglieri si intendano omnicomprensive e, conseguentemente, che qualsiasi emolumento spettante da eventuali cariche in società partecipate sia riversato interamente ad A2A. Le deliberazioni in materia di remunerazione dei Consiglieri sono state adottate in linea con i principi e i criteri contenuti nella relazione sulla remunerazione, approvata dal Consiglio di Sorveglianza e sottoposta al voto consultivo dell’Assemblea dei Soci del 29 maggio 2012.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. col titolo a 0,35 non basta ridursi gli stipendi, bisognerebbe cambiare mestiere. il nuovo cda che doveva dare fiducia al mercato ha una performance che e’ peggio del precedente. complimenti….

RISPONDI