Brescia e provincia. Chiuse precauzionalmente le grotte di sale: i titolari protestano

0

(a.c.) L’Haloterapia deve essere praticata presso strutture sanitarie autorizzate, supervisionate da personale medico. Questo quanto sostiene il Ministero della Salute, che in via cautelativa nei confronti dei pazienti-clienti ha disposto la chiusura dei centri estetici e dei centri benessere che praticano questa terapia, centri spesso chiamati "Grotta di sale". A seguito della circolare ministeriale i Nas di Brescia non hanno potuto far altro che mettersi all’opera per far rispettare il provvedimento, disponendo il sequestro di 2 strutture in città e altre 4 in provincia. 

"La terapia del sale è l’assorbimento di particelle saline attraverso l’esposizione a microclimi quali spiagge in località di mare (idrohaloterapia), grotte salmastre e miniere di sale (speleoterapia) o altri microclimi simili naturali o realizzati artificialmente, con vari metodi in locali confinati, nell’intento di ottenere un beneficio per la salute umana." Proprio i microclimi realizzati artificialmente sono quelli finiti nel mirino del Ministero, desideroso di fare chiarezza. A discapito però dei titolari dei centri, che già alcuni mesi orsono finirono nel mirino dei controlli, per poi uscirne senza provvedimenti. Ora la questione sembra essere più seria, e di conseguenza lo sono anche i problemi per le strutture sequestrate. L’impressione è che il Ministero voglia indagare a fondo, una volta per tutte, sui benefici e sui possibili rischi per la salute umana. 

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Attenzione!!! Segnalate nell’articolo la sentenza del TAR Lazio nr. 05546/2012 REG.PROV.COLL. e nr. 04018/2’12 REG.RIC del 15/6/2012 che annulla nella forma e nella sostanza la circolare ministeriale dello scorso maggio che ha comportato la chiusura ad opera dei NAS dei diversi centri estetici e benessere che operavano l’attività delle grotte del sale. Al momento il Ministero non ha emanato alcuna normativa di settore nè approntato la sperimentazione scientifica della materia per stabilire ufficialmente benefici, vantaggi, danni, limiti o altro in merito. Per favore fornite una informazione completa per non danneggiare i tantissimi operatori di settore (alcuni di recente apertura) che hanno sempre agito nella legislazione corrente e con le autorizzazione delle autorità locali competenti: COMUNI e ASL in primis. Grazie

  2. Attenzione!!! Segnalate nell\’articolo la sentenza del TAR Lazio nr. 05546/2012 REG.PROV.COLL. e nr. 04018/2\’12 REG.RIC del 15/6/2012 che annulla nella forma e nella sostanza la circolare ministeriale dello scorso maggio che ha comportato la chiusura ad opera dei NAS dei diversi centri estetici e benessere che operavano l\’attività delle grotte del sale. Al momento il Ministero non ha emanato alcuna normativa di settore nè approntato la sperimentazione scientifica della materia per stabilire ufficialmente benefici, vantaggi, danni, limiti o altro in merito. Per favore fornite una informazione completa per non danneggiare i tantissimi operatori di settore (alcuni di recente apertura) che hanno sempre agito nella legislazione corrente e con le autorizzazione delle autorità locali competenti: COMUNI e ASL in primis. Grazie

  3. Il ministero della salute ha chiesto delle certificazioni sulle grotte e sul sale , gli sono state date e infatti le strutture sono normalmente aperte , la cosa che mi stupisce e che il sale che si compera al supermercato non ha nessuna certificazione , nelle grotte dove ne respiri una quantita ridicola serve la certifica … ridicolo come questo paese

LEAVE A REPLY