Circolo Vela di Gargnano, un luglio di successi per prepararsi alla Centomiglia di settembre

0
Bsnews whatsapp

La festosa presentazione della 62° Centomiglia ospitata sul lago d’Iseo, l’annunciato arrivo di tanti protagonisti da tutto il Mondo per le regate del mese di settembre, i successi sportivi giunti  grazie ad alcuni suoi skipper, e per il Circolo Vela Gargnano del lago di Garda il mese di luglio è stato ricco di soddisfazioni. “E’ un po’ il giro di boa – spiega Marzio Parimbelli del Cda del Club e responsabile dei progetti di vela accessibile del sodalizio  – Metà anno, la prima lunga bolina, prima dei grandi eventi legati alla regata principe del lago, la Centomiglia”. In ambito agonistico è arrivato il titolo Tricolore 2012, nella flotta del monotipo “Protagonist”, grazie al timoniere Pierluigi Omboni, l’armatore Giuliano Montegiove, il prodiere Giorgio Zamboni, tutti di “Bess Bis” che, per il secondo anno consecutivo, hanno conquistato lo scudetto nazionale  in questa flotta sempre molto affollata, una barca di 7 metri e mezzo di lunghezza nata proprio a Bogliaco di Gargnano grazie al progettista Gigi Badinelli ed ai costruttori, i fratelli Galloni. Sempre in ambito sportivo la giovanissima Priscilla Olivetti ha vinto il "Meeting Giovanile di Cervia" per il piccolo Optimist nella categoria femminile, di fatto la Coppa Italia per gli Under 11 anni. I giovani "Under 16" sono, a loro volta, partiti per l’Inghilterra dove con la super squadra “Garda & Sebino” saranno in gara nel Mondiale del doppio Rs Feva. Il timoniere Carlo Fracassoli ha vinto l’ultima tappa del circuito Italiano del prestigioso Melges 24, appuntamento che anticipa il Mondiale in calendario a fine luglio nelle acque dell’Alto Garda. Sul piano organizzativo piovono gli apprezzamenti per il primo “Campionato Italiano Access Class” (ultima in ordine di tempo il bellissimo racconto di alcuni protagonisti postato sul sito della Federazione Italiana della Vela). Le regate per i velisti con problematiche motorie  hanno visto al via skipper di ben 5 Nazioni. La gara è nata grazie al progetto Hyak Onlus del Cps di Salò, Fondazione Asm di Brescia, il progetto Spirito di Stella-Gioco del lotto di Vicenza, Eos la vela per tutti di Verona, Croce Rossa Italiana. Per quel che riguarda la Centomiglia dopo la bellissima ed emozionante presentazione all’Associazione Nautica Sebina del lago d’Iseo, nel ricordo del campione olimpico bresciano Giorgio Zuccoli, la “Cento” ha iniziato la sua marcia di avvicinamento verso i 100 Eventi che si apriranno il 30 agosto con il Campionato Italiano Open Asso 99. Accanto a Gorla e 50 Miglia (2 settembre), la Coppa Europa del grande cat M2 e la 62° Centomiglia (8 settembre), la 6° Multi-Cento trofeo Zuccoli, la Cento-People, ci saranno domenica 9 settembre le due regate riservate al Windsurfing e al Kite, quest’ultima nuova disciplina olimpica. Tra le barche di vertice ci saranno i vincitori delle ultime 4 edizioni: “Clandesteam”, “Full Pelt”, “Wild Lady” e “Raffi.Ca”; attesissima sarà "Stravaganza" con la sua "chiglia volante", tra i cabinati il nuovissimo “Farr 400” tutto in carbonio arrivato dal Dubai, tra le barchette lo scafo “Ulisse” costruito dagli studenti dell’Itis Castelli di Brescia che avrà un equipaggio di ragazzi del Liceo Marco Polo sempre di Brescia. Ma in questo mese sono attese altre importanti novità per tutte le regate del settembre del Circolo Vela Gargnano che si chiuderanno il 22-23 con la "Centomiglia dei ragazzi" della "Childrenwindcup" curata dall’Abe, l’Associazione Bambino Emopatico dei reparti di onco ematologia dell’Ospedale dei bambini di Brescia.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Ti ricordo Marco che Berlusconi aveva a suo tempo regaalto a tutti noi una simpatica calcolatrice blu e gialla (made in China)con tanto di cordino per portarla sempre con noi, dedicata a facilitarci nel calcolo lire-euro. e8 quindi colpa di Berlusconi se abbiamo abbandonato le lire per l’euro? non del tutto, il nulla osta venne da Prodi che all’epoca ci rappresentava alla commissione europea. questo per dirti che la colpa non e8 ne9 dell’euro ne9 di Berlusconi, ma di chi non si e8 assicurato che il passaggio avvenisse senza speculazioni. Mi ricordo perfettamente di come lo stipendio di mio padre si fosse adeguato centesimo per centesimo al nuovo conio mentre i beni che acquistavamo al supermercato si erano sforzati di mettere un puntino ( 24 000 lire = 24.00 euro!!!) e8 stata questa la nostra rovina, cosec come quella della Grecia ecc.. la speculazione! e di chi e8/era la colpa? di chi stava al governo e non ha fatto il suo dovere nell’assicurare questo passaggio (che non era obbligatorio, si poteva benissimo aspettare se non si avevano le risorse per fare i dovuti controlli)e guarda un pf2 e8 sempre lui Berlusconi! dal ’94 ad oggi ha fatto molti danni, non dimentichiamoli perche8 non e8 da ieri che sta governando e se i problemi di oggi sono dovuti al passato e in passato era lui a governare.. a discuterne siamo come il cane che si morde la coda!

RISPONDI