Nuovi parcometri, il presidente Bonardi fa il punto: “Ogni scelta ha i suoi oppositori”

21

Con un comunicato il presidente della circoscrizione Centro Flavio Bonardi fa il punto sulla delicata polemica nata dopo l’introduzione di 295 nuove strisce blu in centro città. Di seguito il testo integrale del comunicato:

“Sul tema nuovi parcometri non volevo intervenire, soprattutto perché anche se in Circoscrizione non si parla del tema si lavora comunque, con l’intento non di fare proclami che lasciano il tempo che trovano bensì di offrire soluzioni a problematiche fattibili e concrete. E’ questo il motivo – afferma Flavio Bonardi Presidente della Circoscrizione Centro – per cui ho deciso di intervenire alla fine bisogna dire le cose come stanno e non come da una parte o dall’altra si pensa siano.

Nei giorni scorsi ho incontrato residenti ed esercenti di alcune zone “interessate” al provvedimento della nuova sosta, e nei prossimi giorni incontrerò anche Sara Balsamo, portavoce del Comitato di Viale Piave, proprio per comprendere sino in fondo le reali problematicità e capire soprattutto a 360° la questione parcometri e sosta nel territorio di nostra competenza.

Non intendo fare polemiche con nessuno, ma a differenza di chi vuole difendere solo alcune zone, posso dire che la Circoscrizione ha a cuore l’interesse dell’intera collettività. Nei giorni scorsi ho effettuato diversi sopralluoghi e ho avuto un confronto con il vice sindaco Fabio Rolfi con il quale si sono avanzate una serie di proposte che vanno nell’ottica non di tartassare qualcuno, ma offrire opportunità maggiori a tutti.

Gli esercenti chiedono spazi a rotazione, i residenti di alcune zone chiedono di poter trovare con più facilità parcheggio, visto che chi va a lavorare in centro spesso sosta la propria autovettura per tutto il giorno nella zona libera di Crocifissa di Rosa.

Proprio per questo lo studio fatto da Brescia Mobilità era quello di cercare, nel limite del possibile, di dare risposte a tutti. Ovviamente, come spesso accade, le scelte possono piacere oppure no, ma si tratta di fare delle scelte, non chiudendosi in una logica di parte, ma nell’interesse di cittadini.

Ho parlato proprio Giovedì mattina con commercianti e residenti di Via Crocifissa di Rosa, Giovedì pomeriggio con quelli di Viale Venezia, ho sentito telefonicamente la portavoce (e la vedrò di persona) del Comitato di Viale Piave…e potrei andare avanti citando le persone che hanno chiamato e che hanno chiesto di comprendere meglio la situazione, e a cui abbiamo dato, come realtà vicina al cittadino, risposte chiare e non proclami.

Nei giorni scorsi, grazie alla preziosa collaborazione del vice sindaco, Fabio Rolfi, abbiamo discusso di eventuali costi ridotti per i residenti, attualmente in via di valutazione da parte di Brescia Mobilità, anche se, al direttore generale ho scritto che sarebbe interessante ragionare su cifre basse di 10/15 euro al mese; abbiamo fatto sopralluoghi per mettere in sicurezza ed implementare la sosta dei residenti nella ZTL e nelle zone limitrofe; abbiamo attivato interventi che vadano nella direzione di salvaguardare luoghi di interesse artistico modificando la sosta dei mezzi.

In questi ultimi mesi la Circoscrizione ha analizzato unitamente all’assessorato alla Mobilità e Traffico diversi interventi che vadano nell’ottica di salvaguardare la mobilità e la sosta di tutto il territorio di nostra competenza.

Nel centro storico la Circoscrizione, con il Comune di Brescia, ha deciso di sopprimere aree che erano a parcometro riservando gli stalli di sosta ai soli residenti nella ZTL; abbiamo partecipato attivamente al tavolo interassessorile volto al recupero di ulteriori posti ad uso esclusivo dei residenti di Piazza Vittoria e Piazza del Duomo, con la sistemazione del piano del Parcheggio Vittoria mai utilizzato.

E’ questo il modo in cui si deve lavorare e ragionare – conclude Bonardi – cercando di poter così offrire una maggiore vivibilità a tutti coloro che vivono e lavorano nella Circoscrizione Centro.

Comments

comments

21 COMMENTS

  1. Le cose stano così: nel programma elettorale di Paroli, titolato "Brescia cambia faccia", è scritto che "torneranno ad essere gratuite le aree parcheggio nelle zone di residenza e nei quartieri
    limitrofi al centro". E’ vero, qualcuno ha cambiato faccia…

  2. Credo che la scelta non sia stata facile…forse dovuta! Se pero’ si riuscisse a rivedere la cosa…auspichiamo qualche intervento per noi residenti della zona di Crocifissa, e se la proposta fatta a Brescia Mobilita’ sara’ accolta, allora si sara’ reso un vero servizio ai cittadini. Io sono uno di quelli che ritiene utile rivedere la sosta nella mia zona, visto che non trovo mai un posto auto sotto casa!

  3. Che amministrare la città sia cosa facile, non l’ha mai detto nessuno. Certo, prendere i voti dicendo che si tolgono i parcheggi a pagamento per poi invece fare la scelta "dovuta" di mettere i parcheggi a pagamento, si commenta un po’ da solo. O no?

  4. Mi sembra che la Circoscrizione, a cui mi sono rivolto piu diuna volta in questi anni, abbia sempre dato delle risposte a colte non eguali a quelle che mi sono state datte dalla Loggia. Perderle e perdere un buon presidente come Bonardi non sarà sicuramente un vantaggio per noi cittadini!

  5. Mi sembra che alcuni commenti siano faziosi. Ha ragione Bonardi quando dice che bisogna guardare la situazione in modo ampio e non soffermarsi solo ad alcune zone della città. Il pensiero deve essere ampio.
    Colgo in questa affermazione una scelta seria che, probabilmente, non sarà condivisa da tutti coloro che oggi governano questa città….e mi sembra che lo si sia già letto in questi giorni.
    Dire che le Circoscrizioni, o nel caso specifico la Centro, siano asservite al "potere" non è sicuramente veritiero.

  6. La scelta di mettere i parcheggi a pagamento l’aveva fatta anche Corsini. Quella scelta era stata pesantemente criticata. Chi ha vinto le elezioni del 2008, nel suo programma metteva tra le dieci cose da fare subito "torneranno ad essere gratuite le aree parcheggio nelle zone di residenza e nei quartieri limitrofi al centro". Io alle prossime elezioni proverei a promettere ostriche e champagne. Poi quando mi avranno eletto e potrò dispensare solo le biline, dirò che le scelte non possono sepre essere condivse da tutti e che il mio pensiero è ampio…

  7. Egregio signore, mi sembra che la Giunta abbia fatto quello che, in una condizione economica drammatica come questa, poteva fare. Aggiungere dei posti a parcometro non è la fine del mondo, anche perché come saprà la percentuale fra posti auto a parcometro e liberi è veramente alta a beneficio di quelli liberi.

  8. Ma come? Ma che c’entra la situazione economica? Ma Bonardi non dicendo che i parcometri non vengono messi su richiesta degli esercenti che chiedono rotazione dei posti? Non vengono messi per scoraggiare la sosta prolungata di chi lavora in centro e lascia l’auto in via Crocifissa? Vuole forse dire, egregio signore che scrive alle 19.55, che servono invece per fare cassa? Ahi, ahi…

  9. Egregio signore, mi sembra che la Giunta abbia fatto quello che, in una condizione economica drammatica come questa, poteva fare. Aggiungere dei posti a parcometro non è la fine del mondo, anche perché come saprà la percentuale fra posti auto a parcometro e liberi è veramente alta a beneficio di quelli liberi.

  10. Gentile ahi, ahi, la situazione economica chiede dei sacrifici, quello che si "promise" in campagna elettorale, e mi riferisco a chi diceva che si toglievano tutti i posti a parcometro nelle zone limitrofe al centro, oggi non potrebbe essere mantenuto.
    In merito al resto, Bonardi fà riferimento, credo, alle richieste degli esercenti e dei residenti.
    Comunque, se vogliamo fare polemiche sui costi dei parcometri, potrei dire che Paroli ha ridotto per tutti i residenti della città il costo dei parcometri del 50%, cosa che Corsini non si pose nemmeno come problema…

  11. Basta!!! Questi del PD che scrivono su questa bacheca!!! Con Corsini non si stava meglio in quanto pagamenti parco metri! E poi vogliamo parlare della metropolitana? Corsini voleva farci pagare il biglietto 1,90 euro!!! Vergogna!

  12. Il signor "Fazioso!!!" srive cose diverse da quelle che Bonardi ci fa sapere con il suo comunicato stampa: il primo parla di sacrificio imposto dalla crisi economica, che non consente di rispettare quanto promesso in campagna elettorale; il secondo parla invece di "proposte che vanno nell’ottica non di tartassare qualcuno, ma offrire opportunità maggiori a tutti". Mi sembrano due cose ben diverse (e io non sono del PD, per quello "stanco"…).

  13. Signor SI, mi sembra che stia cercando solo di fare confusione sul tema!!! Io leggo dal comunicato che la questione vera riguarda la sosta per tutti, esercenti e residenti. Ma qualcuno dei suoi "amici" di partito o altro, parlano di colpe e responsabilità di Paroli rispetto a Corsini, ecco, credo che l’altro lettore che le risponde faccia riferimento a quello…si parla di due cose diverse. Non finga di non saperlo.

  14. Ma io non vedo nessuna confusione, mi creda. Io non sono di nessun partito (per fortuna…) ma ricordo bene la promessa elettorale, ancora da tutti recuperabile nel programma elettorale di Paroli (se non erro, medesima compagine elettorale di Bonardi) "torneranno ad essere gratuite le aree parcheggio nelle zone di residenza e nei quartieri limitrofi al centro". Ho rilevato che la promessa non viene mantenuta: che confusione avrei fatto? Rilevo che Bonardi ci comunica che la scelta è dovuta ad una offerta di maggiori opportunità: sbaglio a leggere il comunicato stampa? Rilevo contemporaneamente anche che il cortese signore che scrive qui sul forum firmandosi "FAzioso!!!" attribuisce invece la scelta alla crisi economica, che impone sacrifici: sbaglio a leggere, forse? Dove sarebbe la confusione? Nell’aver affermato che sono due cose ben diverse? Suvvìa, non faccia finta lei di non capire…

  15. Dopo 5 anni tutto ciò che questa giunta fà è colpa di Corsini, ma non vi viene il dubbio che forse lui nel bene e nel male è stato un SINDACO per i Bresciani e voi non non siete all’altezza di elaborare e fare NULLA ???!!!! Il sindaco dei Bresciani che vi piaccia o no è ancora lui.

  16. al comma 8 dell’articolo 7 del codice della strada stabilisce che «qualora il comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l’installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta di cui al comma 1, lettera f), su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta». Tuttavia, l’obbligo del bilanciamento non sussiste per alcune aree (per esempio, quelle pedonali, quelle a traffico limitato, quelle definite «A» e quelle di particolare interesse urbanistico, a patto che queste ultime due siano opportunamente identificate e delimitate dalle ammiistrazioni comunali.
    Detto questo basterebbe verificare se questi parcheggi a pagamento sono legittimi oppure no.

  17. Vi invito a leggere nella rassegna stampa del comune di Brescia, un articolo del Bresciaoggi del 4 luglio 2006 riguardante la mozione della Sesta Circoscrizione, di cui il sig rolfi era presidente, contro l’istallazione di parcometri in via Corsica. A quel tempo aveva minacciato le barricate, i residenti di quella via lo ricordano perfettamente, ed aveva promesso che quando sarebbe toccato a loro amministrare la città li avrebbero tolti immediatamente. Tra poco sono 5 anni che amministrano e non solo non li hanno tolti, ma ne mettono ancora. Quando si dice delle promesse…
    n via Corsica. A quel tempo aveva minacciato le barricate, i residenti di quella via lo ricordano perfettamente, ed aveva promesso che quando sarebbe toccato a loro amministrare la città li avrebbero tolti immediatamente. Tra poco saranno 5 anni che amministrano e non solo non li hanno tolti, ma ne mettono ancora. Quando si dice delle promesse…

  18. Ma credo che nessuno contesti la legittimità o meno dei parcheggi a pagamento: si spera bene che i provvedimenti che vengono presi da chi ci amministra siano legittimi! Si fa unicamente notare che era stata fatta una promessa, allettante, che non è stata mantenuta. Solo quello… Se poi in merito ai parcheggi chi ci amministra ha cambiato idea rispetto al programma che aveva, riallineandosi a chi lo aveva preceduto (per "favorire la rotazione della sosta"), non è un dramma…

  19. Per fare "cassa" molti comuni hanno ignorato questa normativa di legge. Brescia ha una serie di pargheggi a pagamento non a norma in quanto sono stati posizionati a pochi centimetri dalla sede stradale. Infatti, ad esempio, quando l’auto è obbligata a fare manovra di retromarcia per uscire dal posto auto, invade la corsia di marcia, diventando una manovra pericolosa. Ma non solo. Alcuni posti per pargheggiare sono a ridosso di incroci stradali dove è prevista invece una distanza minima di 15 metri. E su internet sono tante le notizie riguardanti sentenze dei Giudici di Pace che dichiarano illegittimi i parcheggi a pagamento contrassegnati dalle strisce blu, proprio quando sono situati lungo la carreggiata stradale e non invece in apposite aree fuori dalla carreggiata. Lei crede davvero che tutti i provvedimenti presi dalle amministrazioni siano legittimi? Io dico di no.

LEAVE A REPLY