L’accordo con Nuova Beton passa: il Parco della Cave si avvicina

0

(a.c.) Parco delle Cave a San Polo: la sua realizzazione si avvicina. Dopo la lunga discussione in merito alla realizzazione del parcheggio sotto il Cidneo, discussione che è durata sei ore, ieri il Consiglio Comunale andato in scena in Loggia ha trattato un altro argomento molto sentito dai bresciani: la realizzazione del Parco situato a sud della città, una zona fino ad oggi penalizzata e problematica dal punto di vista ambientale. Certo il Parco non potrà risolvere tutti i problemi, e non può essere considerato una compensazione, però è molto atteso dai cittadini.

Il passaggio in aula non è stato tranquillo, ovviamente. Si discuteva l’ipotesi di accordo tra la Loggia e la Nuova Beton, chiamata a risarcire la Loggia per l’attività estrattiva abusiva effettuata nell’area. L’offerta della stessa società era quella di cedere al comune una superficie pari a 500mila metri quadrati (50 ettari), e di realizzare opere di miglioria ambientale per un valore complessivo di 2,6 milioni di euro. Grazie al voto favorevole di Pdl, Lega ed Udc la proposta è stata accettata. 

Inutili le proteste dell’opposizione, critica nei confronti dell’accettazione da parte della maggioranza della proposta pervenuta da Nuova Beton, senza nemmeno che la questione del valore degli interventi di riqualificazione venisse quantificata da un soggetto terzo rispetto a Comune e proponente. Altro elemento che ha fatto storcere il naso è che la maggioranza non abbia provato in qualche modo a rilanciare: il dubbio di Luigi Gaffurini del Pd, ad esempio, è che l’offerta della Nuova Beton possa essere inferiore rispetto al valore del materiale prelevato. La minaccia, nemmeno troppo velata, è che qualcuno potrebbe presentare la questione alla Corte dei Conti.

Comments

comments

LEAVE A REPLY