Ospitaletto. Nessun colpo di scena: il Consiglio di Stato conferma la sentenza del Tar. Elezioni a liste bloccate

0

(a.c.) Tentativi andati a vuoto. Le elezioni comunali a Ospitaletto si faranno entro tre mesi, e con le stesse liste presentate nelle elezioni del maggio 2011. Il Consiglio di Stato ieri (festa del patrono di Ospitaletto, San Giacomo) ha confermato la sentenza emessa dal Tar il 18 maggio scorso.

Con buona pace dei cittadini (che hanno tentato fino all’ultimo, anche con una raccolta firme, di avere elezioni "aperte", chiedendo ai tre candidati di fare un passo indietro) e di due dei tre candidati (Angiola Giudici e Giulio Incontro) le liste che dovranno essere ripresentate sono le stesse di quelle del 2011, che si svolsero con la presenza di una quarta lista, quella di Forza Nuova, che fece saltare tutto. Soddisfatto il sindaco che si è visto togliere la fascia dal petto, Giovanni Battista Sarnico, desideroso di riprendere il lavoro interrotto.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Se non ricordo male, negli ultimi giorni Sarnico ha mandato una lettera ai quotidiani locali cartacei in cui affermava di essere favorevole (e promotore) del ricorso al Consiglio di Stato per permettere elezioni aperte a nuove formazioni. Mi pare quindi strano che sia soddisfatto della sentenza del Consiglio di Stato, cosi come mi pare sia quantomeno assurdo un passo indietro della Giudici che è colei che ha messo in piedi tutto sto casino

  2. A differenza della precedente sentenza, il CdS ha adottato una decisione "lampo", respindengo il ricorso del Ministero dell’Interno.
    Di seguito il commento a caldo pubblicato ieri pomeriggio sulla pagina facebook Cittadini.Ospitalett o:
    "Questa volta sentenza fulminea del Consiglio di Stato: respinto il ricorso del Ministero.
    Conferma ta la sentenza del 18 maggio 2012 che vuole si voti a liste bloccate.
    LA RACCOLTA DELLE FIRME PER CHIEDERE AI TRE CANDIDATI DI REVOCARE LA PROPRIA ACCETAZIONE DELLA CANDIDATURA, A MAGGIOR RAGIONE, PROSEGUE".

    Prendi amo atto che, come da tutti auspicato, si voterà il più presto possibile, presumibilmente quest’autunno.
    Cont rariamente al nostro auspicio, si dovrebbe votare con le tre liste legittime del 2011.
    La posizione dei tre Candidati non è proprio esattamente quella da Voi descritta.
    Sarnico, che nell’esprimere soddisfazione si dichiara esser stato disposto anche ad accettare il rifacimento delle liste, non difenderà ora a denti stretti le liste bloccate?
    Incontro che, con la sua lettera agli altri candidati, li aveva invitati a riflettere e fare un passo indietro, ora, manterrà quella proposta o, anche lui si arroccherà sulle liste bloccate?
    Giudici che non si era mai sentita, ma che voci contradittorie davano, una volta, contenta se non più in corsa, altre, irritata per sentirsi dire sui giornali di fare passi indietro, nel commentare la sentenza è ora uscita allo scoperto per tenere il punto che la rivede capolista di Centrodestra per Ospitaletto.
    Lega, Menna e parte del PDL, da un lato, e UDC, Alleanza per le libertà, Comunità Padana e Rifondazione Comunista, dall’altro, che faranno?
    Noi Cittadini, comunque, non demordiamo.
    A maggior ragione, ora, la raccolta firme sulla petizione dei “Cittadini di Ospitaletto” continua.
    La sentenza non risolve nulla.
    L’unica vera soluzione é solo politica.
    Giudici, Incontro e Sarnico: sedetevi ad un tavolo e trovate un accordo, o anche le prossime elezioni trascineranno con se altri ricorsi.
    Un magro accordo è meglio di una grassa sentenza.

  3. A differenza della precedente sentenza, il CdS ha adottato una decisione "lampo", respindengo il ricorso del Ministero dell’Interno.
    Di seguito il commento a caldo pubblicato ieri pomeriggio sulla pagina facebook Cittadini.Ospitalett o:
    "Questa volta sentenza fulminea del Consiglio di Stato: respinto il ricorso del Ministero.
    Conferma ta la sentenza del 18 maggio 2012 che vuole si voti a liste bloccate.
    LA RACCOLTA DELLE FIRME PER CHIEDERE AI TRE CANDIDATI DI REVOCARE LA PROPRIA ACCETAZIONE DELLA CANDIDATURA, A MAGGIOR RAGIONE, PROSEGUE".

    Prendi amo atto che, come da tutti auspicato, si voterà il più presto possibile, presumibilmente quest’autunno.
    Cont rariamente al nostro auspicio, si dovrebbe votare con le tre liste legittime del 2011.
    La posizione dei tre Candidati non è proprio esattamente quella da Voi descritta.
    Sarnico, che nell’esprimere soddisfazione si dichiara esser stato disposto anche ad accettare il rifacimento delle liste, non difenderà ora a denti stretti le liste bloccate?
    Incontro che, con la sua lettera agli altri candidati, li aveva invitati a riflettere e fare un passo indietro, ora, manterrà quella proposta o, anche lui si arroccherà sulle liste bloccate?
    Giudici che non si era mai sentita, ma che voci contradittorie davano, una volta, contenta se non più in corsa, altre, irritata per sentirsi dire sui giornali di fare passi indietro, nel commentare la sentenza è ora uscita allo scoperto per tenere il punto che la rivede capolista di Centrodestra per Ospitaletto.
    Lega, Menna e parte del PDL, da un lato, e UDC, Alleanza per le libertà, Comunità Padana e Rifondazione Comunista, dall’altro, che faranno?
    Noi Cittadini, comunque, non demordiamo.
    A maggior ragione, ora, la raccolta firme sulla petizione dei “Cittadini di Ospitaletto” continua.
    La sentenza non risolve nulla.
    L’unica vera soluzione é solo politica.
    Giudici, Incontro e Sarnico: sedetevi ad un tavolo e trovate un accordo, o anche le prossime elezioni trascineranno con se altri ricorsi.
    Un magro accordo è meglio di una grassa sentenza.

  4. Speriamo almeno che dopo le elezioni abbassino le aliquote Imu stabilite dal commissario e magari levino pure i dossi voluti da Sarnico.

LEAVE A REPLY